Sta nascendo un progetto collaborativo per mappare i sentieri della Penisola

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Foto: DieselDemon  (Flikr) – Creative Commons - Attribuzione 2.0 Generico (CC BY 2.0)

Foto: DieselDemon (Flikr) – Creative Commons – Attribuzione 2.0 Generico (CC BY 2.0)

Camminare da nord a sud, da est a ovest, in lungo e in largo attraverso i sentieri del Bel Paese percorribili a piedi, senza mai salire su un’automobile o un tram, lungo percorsi mappati e condivisi da tutti i cittadini su un blog che diventa una bussola per l’eco-viaggiatore italiano amante del trekking, delle passeggiate e della vita all’aria aperta. Non è una scommessa impossibile, ma un progetto che prende il nome da una singolare esclamazione che è anche un invito a mettere in rete la propria esperienza: Ammappa l’Italia!

Ammappalitalia.it è soprattutto un blog collettivo dove chiunque può partecipare per mappare l’intero stivale in base ai tracciati percorribili a piedi con tanto di descrizione, durate del tragitto e indicazioni sul coefficiente di difficoltà. Un archivio open source,insomma, creato dal basso e a costo zero, che rilancia un atto a dir poco temerario vista l’epoca in cui viviamo: quello del camminare, e con esso, del vivere ‘slow’.

Così, sentiero dopo sentiero, itinerario dopo itinerario, Ammappalitalia diventa il luogo virtuale in cui tutti i cittadini possono mettere a disposizione la loro conoscenza dei percorsi preferiti, delle strade bianche, dei sentieri di campagna o di montagna, delle mulattiere e dei tracciati più affascinanti che il nostro Paese nasconde. L’obiettivo non è solo fornire una bussola al viaggiatore, ma salvaguardare il territorio e il paesaggio italiano, promuovendo un turismo responsabile e a basso impatto ambientale,valorizzando i borghi antichi, i piccoli paesini e le comunità rurali che si possono incontrare durante questi percorsi.

‘Ammappare’ un territorio è molto semplice: si manda una mail all’indirizzo ammappa.te@ammappalitalia.it, allegando un punto di partenza e di arrivo, una fotografia, la durata, la difficoltà, la percorribilità (piedi, bici, cavallo), la possibilità di usufruire di strade asfaltate o sterrate, la regione, la data in cui è stato fatto il percorso, la firma dell’autore. Ogni informazione aggiuntiva, ovviamente, è ben accetta dallo stafftecnico del sito che si occuperà della messa in rete del percorso.

Sebbene sia ancora in costruzione, AmmappalItalia punta a diventare un vero riferimento per i viaggiatori e a creare una mappa dei tracciati altamente personalizzabile che consenta a chiunque lo desideri di spostarsi da un paese all’altro senza l’ausilio di alcun mezzo meccanico. E noi siamo certi che, passo dopo passo, tutto questo diventerà presto una bellissima realtà!

 

Ammappa l’Italia! from Ammappalitalia on Vimeo.

Fonte: Erika Facciolla – Tutto Green– Creative Commons

3 dicembre 2013