Gatti e vicoli nell’antico borgo toscano

Anghiari è uno dei Borghi più Belli d’Italia ed è noto per essere anche Bandiera Arancione del Touring Club.

Famoso per l’omonima battaglia, rappresentata anche da Leonardo Da Vinci in un’opera oggi scomparsa, il paese è rinomato per la sua ricchezza artistica ed architettonica.

Dubito però che fossero queste qualità ad attirare milanesi e fiorentini in quell’occasione bellica, che vide Firenze, la vincitrice, consolidare il suo potere sulla Val Tiberina.

Nel nostro viaggio in provincia di Arezzo non potevamo ignorare questo gioiello pieno di promesse e protagonista di un simile avvenimento storico.

Siamo arrivati in mattinata e abbiamo parcheggiato in alto sulla collina.

Dominante sulla Val Tiberina, Anghiari offre i suoi tesori tra vie e palazzi di origine medioevale.

La nostra passeggiata, durata qualche ora con tanto di pausa pranzo, è stata molto piacevole e ci ha regalato l’ennesimo incontro felino, un fatto per noi quasi abituale.

La nuova conoscenza era una micia tricolore che ci è venuta incontro miagolando e strusciandosi insistentemente. Evidentemente si vedeva lontano un miglio che eravamo portatori di coccole per gatti e a lei questo non è sfuggito.

Un’altra ricchezza di Anghiari stà anche nella sua tradizione dell’antiquariato. Molti restauratori colgono in giro tesori nascosti che sistemano e vendono agli appassionati, ai turisti, ai curiosi o magari a quelli che, semplicemnte vedendolo, s’innamorano di un oggetto che racchiude in sè un passato misterioso.

Durante la nostra visita, in piazza, c’erano numerose bancarelle che a guardarle tutte attentamente ci sarebbero volute ore, figuriamoci ad ascoltare la storia che ogni oggetto riesumato poteva avere il piacere di raccontare!

Ora però vi dirò qual è secondo me la cosa più spettacolare di Anghiari. Dalla cima della collinetta dove il borgo si adagia come appollaiato, parte una strada dritta, come fosse stata tracciata da un lunghissimo righello, che arriva giu fino a San Sepolcro. Questa via centrale, la Ruga di San Martino, scende rettilinea e ripida da far venire le vertigini a chiunque vi si piazzi in cima.

Lasciando il paese l’abbiamo percorsa in macchina adagio adagio, toccando il freno in continuazione per non investire nessuno. Intanto, dentro di me, pensavo all’accelerazione che si sarebbe potuta avere se al posto della macchina avessimo usato un vagoncino su delle rotaie come quelle delle montagne russe. Sarebbe stato bello provarci!

 Maia Fiorelli

27 dicembre 2012

Voto 7

Positivo: “La Ruga di San Martino”, ripida da mozzare il fiato

Negativo: l’aspetto guardingo di certi venditori d’antiquariato

anghiari

[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0107.JPG]2120
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0110.JPG]560
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0113.JPG]480
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0115.JPG]490
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0116.JPG]240
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0117.JPG]310
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0118.JPG]230
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0122.JPG]220
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0124.JPG]240
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0125.JPG]250
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0126.JPG]210
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0128.JPG]200
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0130.JPG]200
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0132.JPG]170
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0133.JPG]170
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0134.JPG]170
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0135.JPG]160
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0152.JPG]190
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0155.JPG]170
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0168.JPG]160
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0194.JPG]130
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Anghiari/thumbs/thumbs_DSC_0195.JPG]130

Dove mangiare in provincia di Arezzo

Ristorante “Le Cento Buche”, Arezzo

Dove dormire in provincia di Arezzo

B&B A Cento Passi dal Duomo, Arezzo
Agriturismo Arcobaleno, Monterchi
Albergo La Torre, Badia Prataglia di Poppi 
Hotel Residence Toscana Verde, Laterina

SCOPRI I PRODOTTI TIPICI DELLA PROVINCIA DI AREZZO

 AZIENDA AGRICOLA ORNINA
Strada di Ornina, 121
Castel Focognano
mobile: 328/8396425
tel/fax: 055/632070
info@ornina.it

 TENUTA LA PINETA
Via Setteponti 65
Castiglion Fibocchi
tel/fax: 0575477716
info@tenutalapineta.it

 AZIENDA BARACCHI
San Martino, Cortona
Cell. +39 331.6000358
Tel. Ordini e info vino +39.0575.603561
TEL.wine tour +39 0575 612679
FAX +39 0575 603561
info@baracchiwinery.com
Skype : BaracchiWinery

AZIENDA AGRICOLA E AGRITURISTICA LA PIEVUCCIA
Via Santa Lucia 118, 52043
Castiglion Fiorentino
Tel. ++39 3296143882
Fax ++39 0575 1948450
info@lapievuccia.it

 SOC.AGRICOLA SAN FERDINANDO S.A.S.
Via Del Gargaiolo, 33
Loc. Ciggiano – Civitella in Val di Chiana
Tel. + 39 0575 440355
Fax. + 39 0575 440307
Mob. + 39 328 7216738
info@sanferdinando.eu

I NOSTRI CONSIGLI