Un Patrimonio UNESCO con qualche marcia in più

AssisiAssisi e la sua storia sono una parte d’Umbria prestata al mondo. Ci si arriva consci che la meta non è una cittadina qualunque, con le sue valenze artistiche e culturali. E non è nemmeno un “semplice” Patrimonio dell’Umanità protetto dall’UNESCO, bensì la terra natale di San Francesco e Santa Chiara e basterebbe il primo – specialmente ora che c’è anche un Papa che ne porta il nome – per attirare orde di turisti da ogni dove.

In effetti l’impatto è di quelli che sempre, tristemente, ci si aspetta dalle località più gettonate. Percorrendo in auto la strada che costeggia le mura non vi è traccia di un posteggio che non sia a pagamento, nemmeno allontanandosi significativamente dal centro. Inevitabile che mi si riaffacci alla mente lo spettro di Porto Venere in Liguria, con la sua sequela di strisce blu di lusso che conducono fino alla frazione vicina e le molte attività che non si fanno problemi a sfoggiare prezzi da vip, che tanto di turisti ce n’è sempre.Assisi - Basilica

Per fortuna, nel caso di Assisi è un falso allarme che si limita solo ai posteggi, tra l’altro con tariffe piuttosto abbordabili. Gironzolando per il centro scopriremo infatti che i prezzi di bar e negozi sono alla portata di tutte le tasche e che – udite udite – l’ingresso alle chiese è addirittura gratuito.

A parte queste caratteristiche rincuoranti c’è tutto quello che ci si può aspettare da una meta turistica di serie A. Comitive di tutte le età e provenienti da ogni zona del pianeta si beano delle oggettive bellezze che ci circondano. Per fortuna la nostra visita si svolge in una giornata infrasettimanale di aprile, un fatto che riduce al minimo la folla dandoci la possibilità di muoverci senza sgomitare. Fosse stata domenica o magari agosto l’atmosfera sarebbe stata ben diversa.

Così, baciati da condizioni più che favorevoli, possiamo ammirare la Basilica di San Francesco e la sua “volta stellata”, passeggiare lungo il chiostro del Sacro Convento e poi uscire sul piazzale antistante la parte superiore, dove fa bella mostra un rigoglioso prato.

Santa Maria degli Angeli VS Fabbrica abbandonataPer tutta la mattinata e parte del pomeriggio esploriamo le vie del centro storico, cercando scorci tra arte e folklore, visitando una mostra di Norberto e guardando passare pellegrini, passanti e scolari in gita.

Dopo la camminata riprendiamo l’auto per dirigerci verso le pendici del monte Subasio dove si trova l’Eremo delle Carceri (ve ne parleremo in modo approfondito nei prossimi giorni) per poi scendere verso la basilica papale di Santa Maria degli Angeli, che si trova nell’omonima frazione di Assisi.

Qui visitiamo la grande chiesa – che ne contiene una più piccola e antica, detta la Porziuncola – e il vicino roseto, facendo amicizia nel frattempo con le colombe bianche (vive e vegete) che stazionano nei pressi della statua del Santo.

Tornati alla macchina ci fermiamo per un momento ad ammirare la poesia di una fabbrica abbandonata che sorge vicino alla basilica. Miseria e nobiltà a confronto in un contrasto simbolico con qualche significato che non lascia indifferenti.

Marco Ragni

12 giugno 2013

Voto: 9

Positivo: una meta di serie A che rimane però alla portata di tutti

Negativo: se visitata in altra stagione o nei giorni festivi può essere troppo affollata

assisi

[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1415.JPG]400
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1416.JPG]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1418.JPG]40
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1419.JPG]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1420.JPG]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1421.JPG]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1423.JPG]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1425.JPG]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1426.JPG]20
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1427.JPG]20
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1428.JPG]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1432.JPG]20
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1434.JPG]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1435.JPG]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1440.JPG]20
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1442.JPG]20
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1444.JPG]20
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1448.JPG]20
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1449.JPG]20
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1450.JPG]20
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1451.JPG]20
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1453.JPG]20
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1454.JPG]20
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1455.JPG]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1456.JPG]20
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1457.JPG]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1468.JPG]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1472.JPG]70
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/ASSISI/thumbs/thumbs_DSC_1477.JPG]30

DOVE DORMIRE IN PROVINCIA DI PERUGIA

Agriturismo Benedetti – Spello

Agriturismo Madonna delle Grazie – Città della Pieve

Agriturismo Santa Serena – Cerreto di Spoleto (Loc. Macchia)

SCOPRI I VINI DELLA PROVINCIA DI PERUGIA

Azienda Agricola Montemelino
Via Fonte Sant’Angelo 1- Tuoro sul Trasimeno
Tel. +39/0758230127
Fax +39/0758230156
e-mail: montemelino@montemelino.com

Brugnoni società agricola semplice
str. Colomba Pecorari 1/A, 06134 Pieve Pagliaccia (PG)
Tel. 075/6919658
Fax 075/6910354
e-mail: brugnoni@brugnoniagricola.it

Az. Agr. Brunozzi Giorgio
Loc. Colle Arfuso, 2 – Montefalco (PG)
e-mail: info@aziendagrariabrunozzi.it

Cantina Colle Ciocco
Via Benozzo Gozzoli, 1/5 – Montefalco (PG)
Telefono: +39 0742 379859
Fax: +39 0742 379859
e-mail: info@colleciocco.it

Azienda Agraria Di Filippo
Vocabolo Conversino, 153 – Cannara (PG)
Tel. +39 0742 73 12 42
Fax +39 0742 84 05 51
e-mail: info@vinidifilippo.com