1

È luglio e il sole batte come un fabbro. Nonostante il caldo, sul piazzale si lavora alacremente: i cameramen si muovono avanti e indietro provando le inquadrature, gli attori parlottano con il regista e si preparano a entrare nel ruolo, gli stuntman sono già in posizione per girare le scene più spettacolari.
Quando il ciak dà il via alle danze la magia del cinema d’azione si scatena. Un incendio scoppia al primo piano del finto ristorante cinese, una moto sfreccia sulla scena e si schianta sul fondo, qualcuno precipita dal tetto e, in generale, davanti agli occhi dei presenti, rivivono alcune delle scene più amate del cinema di genere.

5

Siamo su un set di Hollywood? Quasi, in verità ci troviamo a Movieland, a Lazise, sul Lago di Garda. Proprio così, il parco tematico più amato dai cinefili ha implementato la sua nutrita offerta di attrazioni e spettacoli con un nuovo show intitolato Overdrive, che offre la possibilità di fare un tuffo negli action movie anni ’70. E il bello è che le riprese, con tanto di comparse pescate tra il pubblico, finiscono direttamente sul sito ufficiale del parco. Siete pronti a diventare protagonisti?

2

Le emozioni, naturalmente, non finiscono con Overdrive. Altri spettacoli come John Rambo Stunt Show, The Illusionist e Wild West Show animano l’intera giornata, garantendo un’esperienza piacevolissima a grandi e piccini.

DSC_0042

Poi ci sono le attrazioni che, a loro volta, trasportano i visitatori in mondi di avventura (Magma 2.1, U-571, Kitt Super Jet), fantascienza (T5D Game) e brivido (Horror House). Anche gli amanti dell’adrenalina trovano pane per i loro denti grazie a giostre come la Hollywood Action Tower, la Tomb Rider Machine e la recentissimo Diabolik Invertigo, un ottovolante più unico che raro inaugurato lo scorso anno.

4

E per i bambini? I più piccoli trovano molti “palcoscenici” su quali essere protagonisti. Nell’area Stone Age – che, come è facile immaginare, ci riporta alla preistoria – tra un viaggio sul Troncosaurus o sul Bronto Jet e un volo sull’Okopus (tanto per citare alcune delle attrazioni più amate) non si corre certo il rischio di annoiarsi.

Ora tocca a voi bucare lo schermo!

Marco Ragni