Una pausa storica con Gardel, Borges e Alfonsina Storni

“Ma come? – ha detto un giorno sorpresa mia zia Beatriz – siete stati in centro e non avete visto il Tortoni? È un cafè con più di 200 anni, un bar storico di Buenos Aires! Dovete assolutamente andare a vederlo!”
A dirla tutta, qualcosa avevo letto anche sulla guida, ma non è che avessimo tanta voglia, ne tempo, di visitare i locali “In” di Buenos Aires.
Poi però ci si è messo anche mio zio Quique, mentre eravamo a Bahìa Blanca: “E’ il locale che scelgo come ritrovo quando vado a Buenos Aires – ha detto con un certo entusiasmo – fanno dei churros speciali”.

Quest’ultima notizia alzava il livello di interesse, i churros sono infatti dei dolci di forma allungata, fatti di pastella fritta, coperti di zucchero e spesso ripieni di dulce de leche.
Insomma, visto che il posto era tanto decantato da tutti, non potevamo non andarci, anche se per noi il bar è più una sosta fortuita che ricercata. Inoltre i duecento anni dicevano ben poco a due che arrivavano dritti dritti dal vecchio mondo…
Eccoci dunque in cammino sulla Avenida de Mayo dove si trova il Cafè Tortoni.

Non appena giunti davanti all’ingresso, un maggiordomo ci ha aperto la porta e ci ha salutati con un inchino. Così ci siamo accomodati in un tavolino e abbiamo ordinato da bere e ovviamente i churros consigliati.
In effetti era un bel posto, con arredamento d’epoca e una ricca collezione di quadri alle pareti.

I diversi ambienti si presentavano eleganti e accoglienti e c’era un’area adibita agli spettacoli, con tanto di palco.

Nella sala principale erano esposti diversi busti e tre statue di fattura un po’ kitsch raffiguranti Carlos Gardel, Alfonsina Storni e Jorge Luis Borges: tre illustri habituè del locale intenti a prendere un eterno caffè.
In sottofondo c’era una canzone di Mercedes Sosa, un pezzo che mi piaceva molto e che ascoltavo con mia nonna tanti anni prima. Parlava appunto della triste poetessa Alfonsina che si incamminava verso i fondali per trovare la pace nell’eterno aldilà.

Con questa struggente colonna sonora guardavo quella brutta statua sorridente, che sembrava quasi un uomo ed era senz’altro molto diversa dall’Alfonsina che mi immaginavo ascoltando le parole della canzone…
Intanto i turisti si aggirano ovunque con le macchine fotografiche, facendo scatti agli ambienti, ai quadri, alle statue, con le statue, con i busti, con i camerieri. Complimenti sinceri alla pazienza del personale!

Globalmente è stata una pausa piacevole in un ambiente interessante ma che appare un po’ finto. Ricordi d’epoca immersi in un tempo dove i turisti arrivano in canottiera, calzoncini e ciabatte e vengono accolti con un inchino retro. I churros erano churros normali, ma più costosi (non tantissimo per i canoni europei) e, dopo una pausa relativamente breve, siamo usciti per continuare i nostri giri.

Appena fuori dal Cafè Tortoni c’erano dei manifestanti che sfilavano per i desaparecidos e le madri di Plaza de Mayo. Un altro “attuale” tema d’altri tempi.

La nostra attenzione era stata dunque catturata nuovamente ed il Tortoni sembrava già molto, molto lontano…

no images were found


Voto: 6.5
Positivo: luogo curioso
Negativo: il contrasto dei turisti dal look super moderno con l’aria di finta importanza del locale e parecchio stridente. Non parliamo poi del distributore di preservativi in bagno che sembrava vagamente fuori luogo… chissà come mai…

Curiosità:
I churros sono una specialità argentina. A me piacciono e, se volete provarli, qui troverete la ricetta.

Dal canto mio ho portato una “churrera” a mia sorella Paola… sto aspettando che me li faccia!

Maia Fiorelli

10 maggio 2012

Il Dulce de Leche prodotto in Italia:

DELIXIA S.r.l.

via Castellani, 13

65010 Spoltore (PE) – Italia

Tel.: +39-085-4971672 – Fax: +39-085-4971649

www.delixia.eu

Diventa Fan di DeliXia® su Facebook!

Dove acquistare vini e birra argentini:

VIA DELL’ABBONDANZA Import/Export
Via Mazzini 6 – 16031 Sori – GE
Tel: 0039-0185723491
Cel: 0039-3343077933
www.viadellabbondanza.com

Dove mangiare argentino:

BISTROT ARGENTINO DON JUANITO
corso di porta vigentina 33
20122 milano
tel 02 58 43 12 17
www.donjuanito.it