Capraia

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Aspra e dolce, morbida e spigolosa, severa e solare, brulla e verdissima. In Capraia il gioco degli opposti è un passatempo consueto. Sei appena sbarcato e già puoi sentire forte e chiaro il respiro profondo di questo scoglio selvaggio, inondato da una sfolgorante luce mediterranea. Prima e unica regola: non avere fretta. Capraia ti seduce con la sua apparente indolenza, sembra voler celare i suoi segreti più intimi, poi ti prende per mano e ti porta con sé, sperando di non vederti ripartire troppo presto.

Capraia primavera

La Primavera è il tempo del risveglio della natura e della comunità isolana. Qui significa anche “riaprire l’isola al mondo”: ai viaggiatori e ai migratori, a chi ci passerà tutta la stagione, a chi si fermerà solo per una tappa di ristoro e a tutti quelli che si stupiranno e non vedranno l’ora di ritornare .
Capraia in Primavera è camminare, ciascuno con il suo passo, su antiche mulattiere da trekking o brevi ma suggestivi sentieri. È andar per mare e esplorarne le scogliere vulcaniche erose dai venti e ricoperte di variopinte fioriture.

È la bellezza che ti spinge a fermare le tue sensazioni su un taccuino di viaggio, in una foto, in un disegno, il profumo di macchia mediterranea, è passaggio di ali in migrazione che per gli appassionati del birdwatching è occasione di rare e sorprendenti osservazioni.
La stagione trasforma l’isola in un grande laboratorio all’aperto, un’affascinante palestra per gli studenti che vogliono imparare a conoscere e apprezzare un ambiente incontaminato, ricco di specie vegetali e animali che fanno dell’isola il cuore del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

Capraia estate

In estate si può partire in barca alla scoperta di anfratti, grotte e calette immerse nel silenzio di coste impervie e inaccessibili.

Un tuffo nel blu per vivere l’emozione di un’immersione che già a basse profondità offre indimenticabili scenari e incontri inaspettati e, appena sotto la superficie, perdersi nella contemplazione di quel suo silenzio apparente ma palpitante di vita.

Dopo una giornata di mare c’è la “vostra” casa ad aspettarvi. Le case del Porto e del Paese sono ritagli di vita isolana passata e presente che offrono ambienti freschi e accoglienti, terrazze sul mare o affacci sui vicoli.

Capraia autunno

Autunno è il tempo del bello che si avvicina a finire e ci affanniamo a goderne ogni attimo e ogni istante è più prezioso. Capraia dilata l’estate, prolunga le sue giornate calde da farti dedicare al mare autunnale questo scampolo di tempo estivo. Le belle giornate di ottobre sono occasioni da non perdere, sai che arriverà il freddo, sai che arriverà la pioggia, ma intanto qui è ancora estate. L’isola pare suggerirti: dai ancora un tuffo, ancora una nuotata. E, ora, ogni tuffo è un saluto al mare e il nuotare è gratificante e struggente al tempo stesso. E non è più la luce accecante di luglio e non è più il caldo afoso di agosto e non è più il desiderio frenetico di mare, è la luce inclinata di fine giornata, è il calore mite del sole autunnale, è il voler farsi coccolare ancora dall’isola, prima di salutarla.
Ma l’autunno è anche il tempo di ripasso dei migratori che sostano sull’isola nel loro viaggio di ritorno al caldo. E’ tempo quindi di ritornare, per ripercorrere quei sentieri, per riconoscere la macchia mediterranea nel suo abito più maturo ma sempre intriso di essenze profumate e per emozionarsi nuovamente difronte a scorci e paesaggi che si rinnovano ad ogni cambio di stagione.
Capraia inverno
Capraia d’inverno si isola dal mondo: le persiane chiuse, le barche in terra, le attività ridotte; resta il presidio di 200 isolani irriducibili e la certezza della Torre, del Forte e del Faro di una terra di confine.
Nella stagione fredda è un’isola solo per te, per chi ama una terra nel suo aspetto più affascinante e avventuroso dove, tra i vicoli del paese e lungo i sentieri, regna assoluto il silenzio.
È facile per chi arriva in Inverno sentirsi un po’ isolano e mischiarsi con le abitudini locali: assistere alle interminabili discussioni sulle previsioni meteorologiche e sull’arrivo-partenza del traghetto, ai fantastici resoconti di pesca e caccia, ai commenti sulle notizie che arrivano “dal continente”. E poi osservare la vita isolana fatta di lavori di manutenzioni alle barche in secca, di tempo dedicato agli orti, di bambini che dopo la scuola giocano a pallone sulla banchina del porto.

Ma l’isola non si chiude: la nave arriva e parte tutti i giorni, qualche attività e i servizi principali restano aperti. Sbarcare sull’isola tra dicembre e febbraio, alloggiare in una casa, uscire in mare per fare il giro dell’isola o percorrerne a piedi i sentieri, è fare le stesse cose della primavera e dell’estate ma nell’atmosfera intima e nostalgica dell’inverno.

Fonte: http://www.isoladicapraia.it – Tutte le foto dell’articolo sono state scattate da Fabio Guidi – Copyright © 2015 Agenzia Parco

DOVE DORMIRE SULLA COSTA DEGLI ETRUSCHI

2015-08-17_154159

Via Segalari, 101/B
Castagneto Carducci
Tel. +39 0565 763349
Giovanna  +39 3478775646
Andrea +39 3463545774
E-mail: lagallinella@gmail.com

I NOSTRI CONSIGLI

Bulichella

Bulichella, Azienda Vitivinicola e Agriturismo
Loc. Bulichella 131
Suvereto
tel. 0565-829892/0565-827828
fax 0565-829553
mobile 393 9617448
email info@bulichella.it
 www.bulichella.it

Giomi Zannoni

Azienda Agricola Giomi Zannoni
Via Aurelia Nord, 63
Località Lumiere
Campiglia Marittima
Tel/Fax:. +39 0565 846416
Mobile :. +39 393 1338238
eMail: info@giomi-zannoni.com

Michele Satta

Azienda Michele Satta
Castagneto Carducci
Loc. Vigna al Cavaliere 61
Tel.: 39 0565 773 041
Tel.: +390556531031
Email: info@michelesatta.com
http://www.michelesatta.com