Una visita alla meraviglia della Francia meridionale

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Photo: Philipp Hertzog - Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported license.

Photo: Philipp Hertzog – Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported license.

Svegliarsi a Carcassonne è come aver viaggiato nel tempo. Per qualche istante si è convinti di essere in una città del medioevo, tutto sembra avere un sapore diverso. L’atmosfera è particolare e, mentre gli abitanti sono abituati a vivere all’interno della città fortezza, il turista rimane sempre stupito e trova tutto fantastico, anche il particolare più banale.

Carcassonne si divide in due parti. La città alta, la Citè, posta su di un promontorio e contornata da mura fortificate medioevali, e la città bassa, la Ville.

La Citè, risale ai tempi dei romani, quando si cominciò a rafforzare il promontorio sul quale si adagia. Nel corso dei secoli la città fu fortificata dai vari popoli che si succedettero fino a quando, nel 1067, passò sotto il controllo della famiglia del visconte Trencavel alla quale si deve la costruzione del castello Comtal, (Chateau Comtal).

Da qualunque parte voi guardiate l’enorme e formidabile massa del castello, rimarrete impressionati dalla sua grandezza: 14 torri per le mura esterne e 24 torri per le mura interne.

Le parti più antiche che oggi possiamo visitare sono tre costruzioni, l’ala occidentale e quella meridionale e il piano terra della torre dell’orologio, databili al periodo dei Trecanvel. La torre è alta trenta metri e domina tutta l’area.

L’edificio fu rimodellato, ricostruito ed esteso molte volte durante i secoli, così risulta difficile conoscere esattamente quale fosse il suo aspetto reale nel Medioevo.

Il Castello Comtal è molto imponente anche visto dall’esterno della Cité. Le costruzioni occidentali sono posizionate sul pendio più ripido della collina e dominano la Città bassa e il fiume Aude al quale sono collegate tramite percorsi protetti. Una successione di porte e falsi accessi bloccavano il passaggio a qualsiasi nemico volesse attaccare questa massa gigantesca di pietra.

Tra le cose da non perdere vi sono sicuramente la fortificazione alta, parte superiore situata nel lato sud della Cité, e la fortificazione bassa, che collega il castello con la Tour du Tresau. Una spettacolare passeggiata tra le mura antiche è un’esperienza da non farsi mancare!

 

Fonte: I Viaggi del Goloso (Creative Commons)

17 ottobre 2013