Apparizioni di fantasmi e installazioni di arte moderna

Dopo un pomeriggio passato a camminare stavamo decidendo come occupare la seconda parte della giornata. Avevamo ancora qualche ora a disposizione prima di cena ma in cielo certi nuvoloni grigi, densi e minacciosi, ci consigliavano di non allontanarci troppo.

Così ci siamo diretti a Castel Pergine, nel comune di Pergine Valsugana, una meta relativamente vicina.
Quando siamo arrivati, in effetti, pioveva tantissimo e vi abbiamo trovato riparo.
Il castello si trova in cima ad una collina ed è, tra l’altro, sede di un albergo. La parte aperta al pubblico può essere visitata gratuitamente.

Noi ci siamo addentrati nelle stanze incuriositi e contenti di sfuggire al temporale.
Stare tra le vecchie mura di un castello quando fuori piove ha un certo fascino, mi faceva pensare a quei film horror dove i due malcapitati protagonisti si vedono costretti a trovare un rifugio di fortuna per poi cadere dalla padella alla brace. Se in più ci mettiamo la leggenda della Dama Bianca, ovvero lo spettro di una donna morta di morte violenta che pare si aggiri nelle sale, basta poco a farsi venire la pelle d’oca.
Ad ogni modo fuori non si poteva proprio stare e l’interno non era poi così lugubre, quindi la nostra visita è proseguita e non ha nemmeno riservato colpi di scena soprannaturali.
Man mano che procedevamo da una stanza all’altra, il cielo fuori diventava più chiaro e la pioggia meno fitta.
Quando ormai rimaneva poco più di una pioggerellina abbiamo finalmente potuto ammirare la parte esterna, col suo giardino popolato da opere d’arte moderna dal fascino per me incomprensibile. Quelle installazioni giacevano come meteoriti, tanto fuori luogo che potevano essere arrivate giusto dallo spazio.
Cosa vi posso dire? Forse un giorno diventerò più sensibile a questo tipo di creatività. Nel frattempo non potevo fare a meno di pensare che la Dama Bianca avrebbe avuto un bel po’ da ridire!

Maia Fiorelli

19 settembre 2012

Voto:7
Positivo: l’emozione del rifugiarsi al castello sotto un temporale.
Negativo: alcune parti, occupate dall’albergo, non erano visitabili

castel-pergine

[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0468.JPG]1370
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0471.JPG]360
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0475.JPG]330
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0476.JPG]310
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0477.JPG]230
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0480.JPG]230
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0481.JPG]220
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0482.JPG]190
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0483.JPG]200
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0484.JPG]160
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0485.JPG]130
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0486.JPG]140
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0487.JPG]130
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0489.JPG]150
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0491.JPG]190
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0493.JPG]150
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Castel Pergine/thumbs/thumbs_DSC_0494.JPG]170

Dove dormire in Provincia di Trento

Locanda Antico Borgo – Sorino di Condino

Albergo alla Perla – Tiarno di Sotto

Hotel Cristallo – Levico Terme

Hotel Vittoria – Riva del Garda

Dove mangiare in Provincia di Trento

Osteria Fra’ Dolcino – Sorino di Condino

Ristorante 2 Camini – Baselga di Pinè

Ristorante Kaputziner Am See – Riva del Garda

 

Prodotti tipici della provincia di Trento:

I Vini:

VIVALLIS s.c.a.
Enol. Mauro Baldessari
Direttore
Tel. +39 0464 412073
Fax +39 0464 412105

Torboli Vini s.n.c.
38060 Tenno (TN) – Italy
via dei molini, 8
Tel. +39 0464.500600
Fax +39 0464.503221
info@cantinenaturali.it

Az. Ag. de Tarczal
38060 Marano di Isera (TN)

Tel: 0464-409134
Fax: 0464-409086
info@detarczal.com
www.detarczal.com

Azienda Agricola Francesco Moser
Via Castel di Gardolo, 5
38121 Trento
Tel 0461990786
Fax 0461950551
 info@cantinemoser.com

 

Azienda Vinicola
di Spagnolli Enrico & C. S.n.c.
Via G.B. Rosina 4/a
38060 Isera (Tn) – Italia
Tel. 0464-409054
Fax 0464-409223
e-mail: info@vinispagnolli.it
 
Succo di mela:

Azienda Agricola Ropelato Elvio 
via S. Apollonia n° 45
38059 Spera, Trento

Fax: 0461-763824
Cell: 349-5867096

Email: info@masoconcaverde.it