La nostra cronaca della Festa Internazionale della cultura celtica

 

 Eccoci di ritorno da Courmayeur, con la testa ancora leggera e piena di note e sapori.

Il tempo ci ha accompagnato con tanto sole e caldo e il bosco di Peuterey ci ha dato in suo fresco abbraccio risuonando di suoni d’arpa e di risate.

Sabato siamo usciti dall’autostrada, preso la navetta gratuita e siamo volati alla festa. Come in una macchina del tempo, ci siamo trovati in un universo parallelo, fatto di aria montana, ghiacciai, verde smeraldo, persone in kilt, bimbi-folletti…un po’ come arrivare in un angolo magico di Irlanda!

L’organizzazione, composta dal Clan della Grande Orsa, ha invitato diversi gruppi di rievocazioni per fare degli stage creativi, dove la sottoscritta ha, per esempio, imparato a farsi un monile in stagno fuso, a tessere col telaio portatile dei celti e a combattere con la spada celtica ( per questo ringrazio il gruppo storico Bibrax per l’esperienza unica).

Bastava prenotarsi al punto informativo e poi via con la creatività. Presso lo stand di Luigi Intorcia si imparava a dipingere su rondelle di legno che poi si attaccavano ai rami degli alberi, come decori variopinti. C’erano anche diversi stand più prosaici, dove si potevano assaggiare e comprare prelibatezze valdostane, come presso la tenda della Famiglia Chappoz, dove abbiamo assaggiato dei biscottini alla lavanda veramente ottimi!

Terminato il giro esplorativo al bosco, siamo tornati a valle, precisamente al villaggio Verrand di Pré-Saint-Didier, dove si teneva Alpi D’arpa, una convention in miniatura dove i più bravi virtuosi dell’arpa celtica si esibivano per strada come dei moderni aedi.

Abbiamo anche sognato con il maestro Enrico Euron, visitato la Bretagna sulle note di Myrdhin e ascoltato le composizioni del maestro Zitello.

Ovviamente, poiché non di solo spirito vive l’uomo, in contemporanea si potevano degustare prelibatezze fermentate, come il sidro, la birra artigianale valdostana del Birrificio di Aosta e del rarissimo idromele, gentilmente offerto dall’apicoltura Barbero, del novarese.

Immaginate l’incanto di essere al fresco, in un paesino che sembra disegnato, accompagnati dal suono celestiale dell’arpa, intenti a degustare il nettare degli dei…

La sera siamo tornati al bosco per mangiare presso lo stand dell’organizzazione (imperdibile, per gli amanti del rustico, il Pasticcio del Pastore: carne d’agnello macinata con aromi e cotta sotto uno spesso strato di formaggio gratinato) e per assistere ai concerti sul palco grande.

La prima ad esibirsi è stata Lindsey Striling, star del web grazie alla sua apparizione a America’s Got Talent. Nonostante la folla in visibilio, devo ammettere che non ha incontrato per nulla il mio gusto. È senza dubbio un’ottima violinista, ma unisce le sonorità celtiche a basi da discoteca, con tanto di ballerini di breakdance. Io, da buona purista del genere, ho rischiano l’infarto!

Il secondo gruppo a suonare era quello degli Electric Ceili, validissimi artisti irlandesi con sonorità tradizionali unite alla tecnologia della cornamusa elettrica e della tastiera. Ottima musica da pub, da ascoltarsi davanti a una Guinnes, pensando ai Jethro Tull!

La notte era fredda e limpida e noi eravamo provvidenzialmente avvolti in caldi strati di lana per affrontare i 6 gradi notturni! Così, comodamente sdraiati su una stuoia, con gli alberi a farci da tetto, abbiamo continuato la serata che è terminata con l’inno delle Nazioni Celtiche suonato da tutti i musicisti presenti a Celtica quest’anno.

Il mattino dopo ci siamo svegliati con la pioggia e un bel freschetto, ma l’albergatrice ci ha tranquillizzato garantendo che al bosco di Peuterey avrebbe fatto bello. Infatti, dopo poche ore di pioggerella fine è spuntato il sole e il caldo e abbiamo potuto ascoltare nuovamente le note dei grandi maestri d’arpa, mentre ci gustavamo la “spartana” colazione celtica a base di tè caldo, pane nero e miele!

Alle 16.00, mentre tutti cominciavano a scemare, abbiamo abbandonato il bosco con riluttanza, nonostante la profonda stanchezza. Un ultimo sguardo malinconico al’imponente ghiacciaio e la promessa nel cuore di tornare l’anno prossimo. Magari con tutti voi! Vi lascio con la massima del Clan della Grande Orsa, che campeggia da sedici edizioni all’ingresso del bosco “Non vi sono estranei qui, solo amici che non abbiamo ancora incontrato” (W.B.Yeats)

celtica-ridotte

[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_24.jpg]650
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_26.jpg]160
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_27.jpg]140
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_29.jpg]160
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_30.jpg]90
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_31.jpg]80
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_32.jpg]80
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_33.jpg]80
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_34.jpg]70
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_35.jpg]70
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_36.jpg]50
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_37.jpg]60
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_38.jpg]50
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_39.jpg]60
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_40.jpg]70
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_41.jpg]80
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_42.jpg]60
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_43.jpg]50
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_44.jpg]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_45.jpg]40
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_46.jpg]50
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_47.jpg]60
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_48.jpg]50
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_49.jpg]50
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_50.jpg]50
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_51.jpg]40
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_52.jpg]40
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_53.jpg]40
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_54.jpg]50
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_55.jpg]40
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_56.jpg]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_57.jpg]40
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_58.jpg]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_59.jpg]50
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_6.jpg]50
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_60.jpg]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_61.jpg]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_62.jpg]40
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_63.jpg]40
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_64.jpg]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_7.jpg]30
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/celtica ridotte/thumbs/thumbs_8.jpg]30

Voto: 8

Positivo: il posto incantevole e tutti gli stage da fare

Negativo: la pessima organizzazione delle navette. Non permettono di salire al bosco con la macchina e di notte abbiamo aspettato 20 minuti al buio e al freddo che venissero a riprenderci al termine dei concerti.

 

Laura Boeri

 

14 luglio 2012