Di Filippo Aneli – Opera propria, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=15175161

La Provincia di Parma pullula di strane leggende. Secondo la tradizione, fantasmi, folletti e altre curiose creature popolano campagne, monti e castelli della zona.

Tra questi c’è il Bafardèll, o Beffardello, spiritello dispettoso, che si diverte a far cadere i quadri appesi nelle case di montagna e a battere colpi sui muri, senza disdegnare di far volare gli oggetti in giro per le stanze.

Assai più inquietante è la Lucabaza, creatura femminile con denti di ferro o di ontano, che pratica una terribile dieta a base di esseri umani.
Stando alla leggenda, la si può incontrare mentre vaga nottetempo nel folto del bosco, facendo apparire davanti agli sfortunati delle luci magiche, capaci di trarli in inganno.

Anche i fantasmi non mancano, da queste parti. Degli spettri che popolano la Rocca Meli Lupi di Soragna e la Rocca San Vitale di Fontanellato vi abbiamo già parlato, ma queste presenze inquiete sono in buona compagnia.

Nel Castello di Bardi (nella foto in alto), varie testimonianze parlano della presenza dello spirito di di Moroello, comandante delle truppe e amante di Soleste, la figlia del castellano. Nel corso dei secoli, il soldato sarebbe spesso apparso vicino al mastio e lo spessore di questa credenza è tale che perfino il Dipartimento di Ricerca del Centro Studi Parapsicologici di Bologna si è prestato a svolgere un’indagine, cogliendo con una termocamera una figura dalle fattezze umane.

Anche il Castello di Torrechiara ha la sua storia misteriosa. Il protagonista è il fantasma del conte Pier Maria Rossi, che pare ritorni ancora oggi sul Rio delle Favole, strada che conduce all’ingresso del castello, speranzoso di incontrare l’amata Bianca Pellegrini

Nel Castello di Montechiarugolo il fantasma è invece quello di Fata Bema, figura che godeva della benevolenza del popolo, che fu perseguitata dal conte Ranuccio Farnese. Si dice che, nella notte del 18 maggio, nelle stanze private del castello appaia ancora lo spettro, forse alla ricerca dell’amato Pio Torelli, al quale era legata quando era in vita.

PRODOTTI TIPICI DI PARMA E PROVINCIA

 

bonat

Az.Agr. Bonat Giorgio
Via Bosco, 3 – Basilicanova (PR)
Tel / fax +39.0521.681.707
e-mail: info@bonat.it
http://www.bonat.it

aldini

Azienda Agricola Antonio Aldini
Vicolo Borghetto, 15 – Mattaleto di Langhirano (PR)
tel. 329 0224318
email: antonio.aldini@libero.it

logo-magnaparma-nuovo

MagnaParma
di A&M Service s.n.c. di Ettore Affaticati & C.
Via G. Ferraris, 16/A – 43036 Fidenza (PR)
Cell. +39 349 8077821 – +39 340 0672272
Fax +39 0521 1852654
emailinfo@magnaparma.com
http://www.magnaparma.com