Alla scoperta del pittoresco villaggio in provincia di Piacenza

Photo by Francesco Gazzola (Cesko 1971 on Flikr) Creative Commons

Visitare Grazzano Visconti, pittoresca località del comune di Vigolzone (Piacenza), rappresenta, a primo acchito, un tuffo nel passato. Il viaggiatore entra infatti in un villaggio dal tocco rinascimentale, che si abbraccia al suo castello costruito da Giovanni Anguissola. Quest’ultimo vi dimorò con la moglie Beatrice Visconti, sorella del ben più celebre Gian Galeazzo.

Occorre però ricordare che l’apparenza spesso inganna, almeno in parte. Il borgo infatti, a dispetto di quanto si può credere, è piuttosto recente, costruito all’inizio del XX° secolo durante i lavori di ampliamento che riguardavano gli annessi del castello. A quanto pare il solo edificio veramente antico – oltre il fortilizio – sarebbe la piccola chiesa di  Sant’Anna, risalente al XVII secolo.

Sia come sia nulla può togliere a Grazzano Visconti il suo status di meta turistica, una delle più amate della sua provincia.

Photo by Gabriele Ravanetti (Ravo86 on Flikr) Creative Commons

Esplorarlo in un giorno festivo, specie se primaverile o autunnale, vuole dire spesso imbattersi in flussi di visitatori piuttosto imponenti che a volte, in occasione di particolari eventi, assumono la proporzione di vere e proprie piene.

Perché Grazzano Visconti ha saputo valorizzarsi come poche altre mete hanno fatto, allestendo un fitto calendario di eventi che va da marzo a ottobre e puntando su un atmosfera d’altri tempi che aleggia ovunque, senza il bisogno di radici storiche troppo precise.

Alcune delle manifestazioni più interessanti guardano al fiabesco o al folklore, chiamando spesso in causa uno dei numi tutelari del luogo: Aloisa.

Costei è il fantasma ufficiale del castello, una fanciulla, moglie tradita di un capitano di milizia, che morì di crepacuore, finendo a infestare il maniero e i suoi giardini.

Se passate da quelle parti non dimenticate perciò di tenere gli occhi aperti…

Marco Ragni

21 gennaio 2013

Voto 7,5

Positivo: una meta a misura di turisti di ogni età

Negativo: nei pressi è pieno di autovelox, non sempre visibili. Occhio all’acceleratore!