Campanula barbata at the Giardino Botanico Alpino Chanousia by Hectonichus - Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported license.

Campanula barbata at the Giardino Botanico Alpino Chanousia by Hectonichus – Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0 Unported license.

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

In Valle d’Aosta possiamo trovare quattro giardini botanici alpini di primaria importanza, segno che la Regione Autonoma pone particolare attenzione alla salvaguardia del patrimonio naturale e della biodiversità, tutelando al meglio il suo ricco patrimonio floristico.

Un tour ideale può cominciare con il giardino botanico Chanousia che si trova sul Colle del Piccolo San Bernardo, non lontano da La Thuile.

Si tratta del più antico orto botanico alpino d’Italia, nato alla fine del XIX° secolo, nel 1897, a cura dell’abate Pierre Chanoux. Oltre a ospitare circa 1.600 tipi di piante questo paradiso terrestre dispone anche di un piccolo museo che comprende un laboratorio scientifico.

Nel comune di Gressoney Saint Jean, in località Belvedere e più precisamente nel parco dello splendido Castel Savoia, si può trovare un altro giardino botanico che ospita alcune delle piante più belle dell’arco alpino. Inaugurato nel 1990, si differenzia dagli altri della regione per l’impostazione di carattere prevalentemente estetico. Una scelta che lo rende un piacere per gli occhi.

Spostandoci a Cogne possiamo trovare, nella frazione di Valnontey, il giardino botanico alpino Paradisia. Posto a 1700 metri di quota, si estende su una superficie ricca di conche ed avvallamenti naturali che consentono di avere le condizioni ottimali per la coltura delle specie montane ed alpine.

Il panorama del Gran Paradiso che lo circonda ne impreziosisce la bellezza.

Ultimo ma non meno importante è il Giardino Saussurea, che si fregia del titolo di più alto orto botanico d’Europa. Situato a 2200 metri sopra il livello del mare, prende il nome dalla Saussurea Alpina, fiore a sua volta dedicato al primo uomo che scalò il Monte Bianco, Horace Benedict de Saussure, nel 1786.

Visitandolo si possono ammirare circa 600 diverse piante che provengono da tutto l’arco alpino e si può godere di un meraviglioso relax ad alta quota.

9 giugno 2015

Dove dormire in Valle d’Aosta

Hotel Le Soleil
Fraz. Corliod, 9
Challand St. Anselme (AO)
Tel. 0125 965204
Fax 0125 965814
info@hotellesoleil.net

Hotel Petit Dahu
Fraz.Valnontey, 27
11012 Cogne (AO)
tel.0165 74.146
fax 0165 749.564
cell. 328 977.24.75
E-mail: info@hotelpetitdahu.com

SCOPRI I VINI DELLA VALLE D’AOSTA

Bonin

Azienda Bonin Dino
Fraz.Ville, 40 – Arnad
Tel.: +39 0125 612660
Cell.: +39 338 3053476
bonin@vievini.it
http://www.vievini.it/it/associati.php?az=2

La Source

LA SOURCE s.a.s di Celi Stefano & C.
Società Agricola
Loc. Bussan Dessous, 1
11010 Saint-Pierre (Ao)
C.F. e P. IVA 01054500077
Tel / Fax : 0165.904038 –
info@lasource.it
http://www.lasource.it

Maison Agricole

Maison Agricole D & D de Dellio Daniela
Regione Bioula, 13 – Aosta
Tel: +39 0165 552687
Fax: +39 0165 552687
Cell: +39 347 2374065
maisonagricole.ded@tiscali.it
http://www.maisonded.vievini.it

Chateau Feuillet

Chateau Feuillet
Loc. Chateau Feuillet, 12 – St.Pierre
Fax: +39 0165 90 39 05
Cell: +39 328 7673880
Email: fiorano@vievini.it
http://www.chateaufeuillet.vievini.it

Ottin

Azienda Ottin
Fraz. Porossan Neyves, – Aosta
Tel. +39 3474071331
elio.ottin@gmail.com
http://www.ottinvini.it