EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

 Borgo del Valentino

Un turista che arriva nel Borgo Medievale del Valentino ha l’impressione di aver compiuto un viaggio a ritroso nel tempo o magari di trovarsi in un film in costume. Gli edifici sono infatti quelli di un villaggio piemontese del XV° secolo: case porticate, viuzze, botteghe di artigiani e tutto il resto.

In verità si tratta di un abile inganno, perché di medievale, in quel piccolo paese nel cuore della città, non c’è proprio nulla. Si tratta di una fedele ricostruzione di fine ‘800 (1884, per la precisione), realizzata in occasione dell’Esposizione Internazionale e poi diventata parte del panorama “classico” del parco.

Il castello invece è autentico ma nemmeno quello è medievale. Lo storico edificio risale infatti al XVI secolo e rientra quindi in quell’epoca che gli storici chiamano Età Moderna.

Castello del Valentino

Considerazioni accademiche a parte, la regale dimora è uno dei fiori all’occhiello della città, inserita tra le Residenze Sabaude che dal 1997 sono Partimonio Mondiale dell’Umanità protetto dall’UNESCO.

Se il quadro è di pregio, non meno vale la cornice, quel Parco del Valentino ricordato nelle canzoni popolari come “Piemontesina Bella” (“…ricordi quelle sere passate al Valentino, col biondo studentino, che ti stringeva sul cuor…”) e amato tanto dai torinesi quanto dai viaggiatori di passaggio, al punto si aver guadagnato la vetta della classifica che TripAdvisor ha dedicato ai parchi più apprezzati dai turisti.

Parco del Valentino

Poco importa che non sia l’area verde più estesa della città (il primato è infatti del Parco della Pellerina) perché il Valentino trionfa nell’immaginario collettivo come uno dei simboli del capoluogo piemontese, cedendo il passo solo alla Mole, il vero simbolo di Torino.

In ogni caso nessuna visita da quelle parti può essere considerata soddisfacente se non contempla questa meta. Sappiatevi regolare.

Voto: 8

Positivo: meta rilassante e piacevole per passeggiare

Negativo: nulla da segnalare

 

Marco Ragni

8 settembre 2014

Foto dell’articolo: Eric Borda (Flikr) Creative Commons (CC BY-ND 2.0)

Video (incorporato da YouTube di UMB21VIDEO50)

Dove dormire a Torino

Al Valentino B&B
Corso Dante Alighieri, 64
Tel.348 421 0114
http://www.alvalentino.eu
info@alvalentino.eu

 B&B Tutto a Posto
Via Cottolengo 4
Tel.349 886 4320
Sito
bnbtuttoaposto@gmail.com

Prodotti della Provincia di Torino

 La Masera

Azienda Agricola La Masera S.S.
Tel: 011.3164161 – 331.8016881
Fax: 011.3043714
info@lamasera.it
http://www.lamasera.it

 Massoglia Azienda Agricola

Azienda Agricola Massaglia
Via Fontanasse San Grato
Agliè – Torino
Tel: 347 9060934
Clicca qui per la pagina facebook

LOGO SANTA CLELIA2

Azienda Agricola Santa Clelia
Regione Rossana 7 – Mazzè
email: info@santaclelia.it
Tel./Fax. +39.011.9835187
Cell. +39.328.8611581
http://www.santaclelia.it

 Nebbiolo di Carema

Cantina dei Produttori Nebbiolo di Carema
Via Nazionale n. 32
Carema – Torino
Tel: 0125.811160
Fax: 0125.801981
e-mail: cantinaproduttori@caremadoc.it
http://www.caremadoc.it

 Castagno

Gastronomia Castagno
Via Lagrange, 36 – Torino
email: castagno@castagno.it
Tel.: +39 011 562.32.24
Cell: +39 334 810.94.26
http://castagno.it

 Monteccone Cioccolato

Montecconte Cioccolato
Via Cesana, 56
Torino
Tel. +39 011 4472286
Email: info@montecconecioccolato.it
http://www.montecconecioccolato.it/

 Piemont Cioccolato

Piemont Cioccolato
via Gran Paradiso, 16/23 – Torino
Tel: +0039 011.273 24 41
fax: +0039 011.274 22 77
email: info@piemontcioccolato.com
http://www.piemontcioccolato.it