Let’s do the Time Warp Again

 Anche quest’anno la casa di distribuzione Nexus ha permesso ad alcuni fortunati nostalgici un piacevole e divertentissimo tuffo nel passato. Se infatti l’anno scorso è stato possibile assistere alla proiezione di Frankenstein Jr, capolavoro assoluto della comicità cinematografica, quest’anno è toccato ad un vero e proprio cult: The Rocky Horror Picture Show.

Noi lo abbiamo visto al Cinema Massimo di Torino e l’esperienza è stata davvero incredibile.

Nato come spettacolo teatrale nel 1973, sotto la regia di Richard O’Brien, nel ’75, il Rocky Horror Show – questo il titolo originale – viene trasposto su pellicola sotto la direzione del medesimo regista. Inutile sottolineare il trionfo che segnò all’epoca un film così spregiudicato e irriverente.

E l’appeal non accenna a diminuire nonostante siano passati più di trent’anni. Ad essere sincero, infatti, non credevo che la proposta della Nexus avrebbe riscosso un tale successo. Devo dunque ammettere con gioia di essere caduto in errore!

Il risultato è stato un cinema pieno, coriandoli per terra, pubblico truccato per l’occasione: cose che non ci si aspetta ad uno spettacolo cinematografico.

Gran parte del merito va alla Nexus che, molto sapientemente, si è premurata di pubblicare, nella pagina promozionale dell’evento, l’Audience Participation Guide, ovvero il vadedecum del perfetto Transilvano, una lista dove si descriveva al pubblico come interagire con la proiezione del film.

Tra giornali in testa, calze a rete e coriandoli, nei cinema che hanno proposto la pellicola ha così preso vita lo spettacolo e, per una volta, anche i più timidi si sono sentiti abitanti del pianeta Transexual nella galassia Transylvania.

Insomma credo proprio che, quando capiterà nuovamente l’occasione, anche voi che leggete non dovrete fare altro che prendere il bustino, i tacchi,il rossetto e buttarvi in vortice temporale.

Un vortice che vi proietterà in un mondo dove le parole d’ordine sono: Don’t Dream It Be

Roberto Cera

31 ottobre 2012

Voto: 10

Positivo: fantastico sotto tutti i punti di vista

Negativo: non tutto il pubblico ha ballato, ma è solo la prima volta!

I NOSTRI CONSIGLI