Un’agenzia inglese propone un viaggio di due anni tra i Patrimoni dell’Umanità

Taj Mahal reflection on Yamuna river, Agra. Photo by www.viajar24h.com (Creative Commons)

Solitamente noi siamo sostenitori di un modo di viaggiare più sobrio e low cost, magari improntato sul fai-da-te. Nonostante questa preferenza la storia di “The Ultimate Journey” dovevamo proprio raccontarvela, perché si tratta di una trovata talmente sopra le righe – e lontana dalla portata delle tasche di noi comuni mortali – da meritare la nostra curiosità.

L’idea arriva da un’agenzia inglese specializzata in proposte molto esclusive. Un servizio d’élite che promette ai propri facoltosi clienti delle esperienze fuori dall’ordinario, come dichiarare il proprio amore in un film o intraprendere un viaggio nello spazio.

Ebbene, visitando il sito di questa agenzia si può scoprire che, tra le più recenti iniziative, spicca il “Viaggio Definitivo” di cui sopra. La sontuosa vacanza potrebbe essere tranquillamente ribattezzata Tour Mondiale Unesco visto che prevede un comodo itinerario in grado di toccare tutte le 962  tappe (sparse in 157 paesi) che attualmente compongono la lista dei Patrimoni dell’Umanità. Un vero e proprio giro del mondo che, secondo quanto stabilito dall’agenzia, dovrebbe durare circa

Kathmandu Durbar Square – Photo by Greg Willis from Denver, CO, usa (Creative Commons)

due anni.

E non è tutto. Perché l’esperienza fosse davvero unica nel suo genere gli ideatori hanno pensato di renderla disponibile solo per una coppia di persone. Così i due fortunati mortali che intraprenderanno “The Ultimate Jurney” potranno, in seguito, pavoneggiarsi in assoluta esclusiva, magari somministrando massicce dosi di foto e invidia ad amici e parenti.

Il costo di questo scherzetto? “Solo” 990 mila sterline, che al cambio attuale si aggirano più o meno sul milione e 150 mila euro. Magari passata la Crisi ci potremo pensare…

 

Marco Ragni

21 marzo 2013

 

Voto: non assegnabile

Positivo: a chi non piacerebbe un viaggio del genere?

Negativo: a saperlo prima avremmo studiato da ricchi ereditieri o almeno da calciatori!

 

I NOSTRI CONSIGLI