La saggezza di ieri per la salute di oggi

Photo by Paul Hudson (p_a_h on Flikr) Creative Commons

Da sempre gli animali ricorrono a piccoli rimedi naturali. Lo fanno istintivamente perchè glielo chiede l’organismo stesso. L’essere umano ha imparato inizialmente ad attingere dalla natura e poi a creare sistemi sempre più sofisticati di vita, di alimentazione, di cure, di scienza. Man mano che si allontanava da essa, però, perdeva dei pezzi, smarrendo la stabilità di quella base che l’intelletto, la chimica e la velocità dei giorni nostri non sanno offrire.

Il libro “La medicina dei semplici” (L’Informatore Agrario) vuole avvicinarci ad una fonte generosa, ai campi di erbe, alle gemme, ai frutti succosi e alle sagge radici. L’autore, Alessandro Formenti, medico, ci introduce all’argomento con chiarezza. Partendo dalla descrizione anatomica delle piante, prosegue con un elenco delle principali essenze e quindi di altri “semplici”toccasana quotidiani come il miele o l’argilla. Infine passa al trattamento dei sintomi con suggerimenti pratici sulla comprensione della loro natura e della prevenzione e cura degli stessi.

Con più di quattrocento pagine ricche di fotografie ed illustrazioni impareremo la differenza tra infusi, tisane e decotti, ma anche l’arte di preparare tinture, sciroppi, oleoliti, acetoliti e altri metodi di estrazione delle droghe per poterle sfruttare nel migliore dei modi. L’approccio è quello di un saggio che sa come trarre dalla natura i suoi benefici senza scordare il rispetto che le si deve, per non rovinare la fonte.

Le essenze vengono descritte con amore, come fossero i protagonisti danzanti delle quattro stagioni.

Se non bastasse, nell’ultima sezione è diponibile una ricca raccolta di ricette di cosmesi e cucina per mettere in pratica fin da subito la scienza imparata.

Un libro che fa venire voglia di passeggiare in campagna, guardando intorno con occhi nuovi. Incuriosisce, sorprende ed appaga fornendo subito piccole soluzioni e pozioni per il nostro benessere quotidiano.

Consigliato a tutti gli amanti della natura, a chi piace mettersi in gioco sperimentando con le proprie mani, ai cuochi e ai maghi delle cure fai-da-te.

Maia Fiorelli

9 aprile 2013

Voto: 8

Positivo: ricchissimo di esempi pratici

Negativo: forse si poteva dare più spazio alle essenze