Adatto ai nonni e ai nipotini…

 

Io penso che il lago sia il modo che la natura ha di esprimere, attraverso l’acqua, il concetto di vecchiaia. Non mi riferisco a quei piccoli laghetti di montagna, quei minuscoli specchietti fragili che si rinnovano solo di neve, tesorini visitabili solo da chi osa un sentiero…
Parlo invece di quei grassi laghi adagiati, che hanno un bel paesino in riva e dove i turisti arrivano a centinaia. Acque stanche con tutti i servizi per gli anziani e all’occorrenza possono tirar fuori cure da nonni per favorire chi ha bambini appresso…
Il nostro viaggio nella foresta nera è iniziato con la visita del lago Titisee. Un temporale improvviso ha spazzato via i turisti in eccesso al nostro arrivo e poco dopo splendeva già il sole. L’acqua era tiepida ed i lago piuttosto piccolo.
Sul Titisee si organizzano gite in battello e si noleggiano piccole barchette. Sfiniti da cinque ore di macchina, ci siamo addormentati su un muretto al sole per più di mezz’ora. Una volta svegli ci siamo diretti verso il lago Schluchsee. Nel cielo si preparava un nuovo temporale ed il grigio delle nuvole si specchiava nelle acque semideserte. D’altronde era quasi ora di cena.
Abbiamo passeggiato pigramente sulla diga guardando la foresta che si affacciava, delimitando gran parte dei margini del lago con in mezzo una barchetta, con un pescatore… solo…
Questo paesaggio mi ha messo tristezza e poi stava per piovere. Ero felice di tornare a casa…

Voto: 6
Positivo: l’acqua tiepida e bassa del lago Titisee è l’ideale per i bambini
Negativo: a me i laghi non piacciono…

 

Maia Fiorelli