Scogliere di Moher

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Quando si parte per un viaggio non si mettono in valigia solo le cose necessarie per i giorni in cui si deve rimanere lontano da casa. Spesso dentro quel bagaglio si annida una buona dose di speranza, timore, gioia, attesa e curiosità per i luoghi che si andranno a visitare, sensazioni uniche, che si ripetono ogni volta che si controlla il passaporto e che si chiude la valigia.

Poi arrivi in Irlanda, in quei posti che sembrano usciti da un romanzo medioevale, e pensi di essere preparato, ti aspetti di vivere grandi emozioni, ma quando sei li, sul posto, è tutto differente.

Ti accorgi in un attimo che quello che avevi immaginato non basta, e ti rendi conto di quanto sia bello avere la possibilità di arrivare in luoghi in cui nemmeno la tua più fervida fantasia ti avrebbe portato.

Il mare urla sotto le scogliere di Cliff of Moher, il salino che respiri ti regala momenti unici, forse irripetibili, l’odore delle onde sottostanti ti rapisce, e di colpo capisci di essere nulla confronto alla natura, un puntino insignificante.

Presto sulle scogliere di Moher, qualsiasi viaggiatore si rende conto che non potrà esprimere tutto quello che ha provato nel rimanere li, sospeso tra terra e mare, dove l’oceano ruggisce creando un atmosfera di rumore silenzioso, un effetto sonoro irreale ma vero, in un vortice di emozioni da cui chiunque si farebbe cullare per ore.

Girovagando per le terre d’ Irlanda capita anche di arrivare anche nella Contea di Mayo, una altra zona in cui l’odore dell’erba bagnata dal sale marino, avvolge tutto e tutti.

Sono gli attimi di vita quotidiana a catturare l’attenzione, una pecora bruca l’erba verdissima e un abitazione ti incanta nella sua affascinante semplicità.

Vichinghi, Normanni, Inglesi e chissà quanti altri hanno calcato questa terra di conquista, dove la tradizione celtica è ancora viva, il verde dei prati contrasta con il blu del mare e le sensazioni di essere in un altro mondo aumentano ogni ora che passa mentre rimani li, a contemplare l’oceano.

In queste cartoline dalle terre d’Irlanda, è difficile riuscire a descrivere tutte le emozioni, le sensazioni e il piacere di essere in luoghi fuori dal tempo. Però è doveroso provarci.

Fonte: I Viaggi del Goloso (Creative Commons)

22 ottobre 2014