mr-tastey

Un ragazzo, Augie, si mette in coda prima dell’alba in una terribile giornata di nebbia, in tempo di crisi. Hanno promesso dei posti di lavoro al City Center e sono in tantissimi come lui a presentarsi ore prima per le selezioni. Tra i candidati c’è anche Janice con la neonata Patti, sua figlia. La donna tiene la bimba in braccio in un clima gelido che poco si addice ad una creatura di pochi mesi.

Vi state affezionando ai personaggi? Non fatelo. Queste prime comparse muoiono subito per mano di un maniaco omicida che si lancia ripetutamente contro la folla con una Mercedes e poi scappa aiutato dalla nebbia.

719978882005HIG_2

Un inizio col botto, tanto per chiarie di che pasta è fatto Mr.Mercedes (Speling & Kupfer) l’ultimo romanzo di Stephen King. Non vi aspettavate un horror. Il romanzo è un thriller incalzante senza fantasmi ne mostri ma con un poliziotto in pensione, Bill, e un giovane psicopatico, Brady. Quest’ultimo, come nella migliore delle tradizioni, ha anche uno strano rapporto con la madre che lo chiama Cucciolotto.

I fan del King paranormale non restino troppo delusi: questo è comunque quel tipo di libro che vi tiene attaccati alle pagine fino in fondo.

Gli eventi si snodano veloci, i colpi di scena sono frequenti ed emozionanti, la suspence non molla e con essa l’attenzione, che rimane viva sulle oltre quattrocento pagine del libro.

Per i fan dell’autore preciserei che dialoghi e profondità dei personaggi non sono proprio al massimo (Stephen King sa fare molto di più), ma poco cambia in un’opera che se ne infischia delle buone maniere e vi trascina nelle vicende ricordando nella forma (non di certo nella trama) il vecchio King di Pet Sematary.

Non mi resta dunque che raccomandarvi di mettervi comodi e augurarvi buona lettura!

Maia Fiorelli

9 febbraio 2015