Una giornata novembrina a Milano può essere una buona occasione per visitare un paio di mostre interessanti ospitate in questo periodo dalla città meneghina.

Noi ve ne consigliamo due che ci hanno colpito particolarmente.

La prima è Il mondo fuggevole di Toulouse-Lautrec, allestita nei locali di Palazzo Reale. Come si può facilmente intuire dal titolo, l’esposizione è dedicata all’affascinante figura di Henri de Toulouse-Lautrec, uno degli esponenti più significativi della pittura di fine ‘800.

Visitabile fino al 18 febbraio 2018, questa mostra lo ripercorre lo sviluppo stilistico dell’autore, artista controverso capace di cogliere l’anima dei bassifondi parigini come pochi.

Le oltre 250 opere esposte consentono ai visitatori di conoscere da vicino la vita e la maturazione stilistica di un pittore che nella sua breve vita – morì a soli 37 anni – seppe lasciare un segno profondo sul mondo dell’arte

Spostiamoci quindi al Mudec, non lontano dalla stazione di Porta Genova, per immergerci nella Klimt Experience, un’esperienza multimediale che si propone di offrire al visitatore un nuovo approccio al mondo dell’arte attraverso l’uso delle moderne tecnologie.

Tutto si svolge in un’unica grande stanza, dove vengono proiettate a 360° le immagini in alta definizione dei capolavori dell’artista austriaco, il tutto accompagnato da foto d’epoca e da ricostruzioni in grafica tridimensionale della Vienna di inizio ‘900.

A coinvolgere ulteriormente il visitatore ci pensano le magnifiche musiche di Strauss, Mozart, Wagner, Lehár, Beethoven, Bach, Orff e Webern, che fanno da colonna sonora a un viaggio dalle sfaccettature oniriche e meravigliose.