Viaggio in Toscana sulle vie dei sapori

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Pecorino Sanna Affinato in Foglie di Noce

I sapori di Toscana sono un motivo in più per concedersi qualche giorno alla scoperta della provincia di Siena. L’offerta gastronomica del territorio è ricca e varia e si affianca ottimamente ai percorsi culturali e artistici che il viaggiatore può intraprendere.

Oltre ai vini, dei quali abbiamo già parlato, il nostro palato può incontrare formaggi prelibati, salumi nostrani, olio extravergine d’oliva e dolci tipici per completare felicemente il quadro del gusto.

Pochi chilometri fuori Siena, nel comune di Monteroni d’Arbia, si trova per esempio l’Azienda Agricola Sant’Anna dei Fratelli Sanna, una meta consigliata a tutti gli amanti del formaggio.

Da quelle parti lo producono dal 1986 e nel 2005 è stato realizzato un nuovo caseificio che ha consentito di trasformare in proprio tutto il latte prodotto, nel segno del chilometro zero che più zero non si può. Chi apprezza i pecorini, sia freschi che stagionati, avrà solo l’imbarazzo della scelta.

Tra i salumi della zona domina il salame di cinta senese, prodotto appunto utilizzando esclusivamente la carne di animali dell’omonima razza. Questo tipo di insaccato ha dimensioni maggiori di quelle di un normale salame e solitamente ha tonalità molto intense sia nel gusto che nell’aspetto.

Anche sul fronte dei dolci non si rimane a bocca asciutta tra Cantucci, Cavallucci, Panpepato, Ricciardelli e naturalmente Panforte. Quest’ultimo, ormai un’istituzione nella città di Siena, ha origini che risalgono all’anno 1000 e appartiene a una tradizione culinaria “povera” dove la preparazione di una semplice focaccia a base d’acqua e farina veniva successivamente “rafforzata” con l’aggiunta di miele e frutta. Da leccarsi i baffi.

Alice Daniele

19 febbraio 2014