Un manuale ci insegna la faccia ecologica (ed economica) dell’igiene

Photo by Mike Haller (mhaller1979 on Flikr) Creative Commons

Siamo completamente rivestiti di batteri. Ne abbiamo in quantità dentro e fuori, sulle mani, sulle gambe, sul viso, negli occhi e nel naso. E in bocca poi non ne parliamo! Se inoltre vogliamo osservarci da dentro, l’apparato urinario e gastroenterico sono tutt’altro che sterili. Se vi state preoccupando, vorrei che rifletteste sul fatto che tutto ciò è perfettamente normale, anzi i batteri che rivestono cute e mucose sono spesso batteri amici che ci aiutano a difenderci dai patogeni.

La premessa è necessaria perchè è la riflessione di partenza per capire che utilizzare prodotti per le pulizie con effetto antibiotico, disinfettanti potenti ed aggressivi, non solo è per lo più superfluo, ma rischia addirittura di essere dannoso per noi e per l’ambiente.

Ogni volta che ricorriamo inutilmente a un antibatterico facilitiamo la nascita di microrganismi resistenti, ovvero dei super batteri che in pochi minuti ricopriranno nuovamente le superfici trattate.

Le sostanze utilizzate finiscono quindi nelle fognature e nell’aria e in un modo o nell’altro ci tornano indietro perché le respiraiamo, indossiamo gli abiti super-lavati, tocchiamo superfici avvelenate, facciamo uso dell’acqua contaminata o le ritroviamo nelle carni degli animali. Inoltre pare che l’insorgenza di malattie respiratorie ed allergie sia spesso correlata all’abuso di elementi tossici presenti dei prodotti per le pulizie.

Se pensiamo che sostanze come l’aceto, il bicarbonato, l’alcool o il sale, possono risolvere le nostre necessità riducendo o annullando l’inquinamento, intossicandoci in quantità minore (o per niente) e facendoci anche risparmiare, c’è da chiedersi a cosa servano le decine di proposte coloratissime sugli scaffali dei supermercati.

Ecco allora che è interessante leggere un libro come “Pulire al naturale” (Terra Nuova Edizioni), dove troverete ricette semplici per affrontare le pulizie quotidiane in modo responsabile e sostenibile. La sorpresa più grande è che il piccolo volume, prezioso per l’ambiente domestico, ci arriva dagli uomini! Ebbene sì. A cura di Gabriele Bindi, il manualetto è opera dell’Associazione Uomini Casalinghi e invita il sesso forte a rimboccarsi le maniche.

Insomma, il testo che ogni massaia vorrebbe in casa…

Maia Fiorelli

29 aprile 2013

Voto: 7

Positivo: il testo fa riflettere di come frequentemente esageriamo nell’affrontare l’igiene nell’ambiente domestico

Negativo: l’ingrediente “olio di gomito” è spesso è più difficile da reperire di quel che si pensa