Splendida utopia sperando in un domani migliore

Copyright Alex McGregor and licensed for reuse under this Creative Commons Licence.

Vi piacerebbe prepararvi il combustibile nel box di casa? Magari con materiale di scarto, senza inquinare, spendendo meno per la vostra auto e senza rovinarne il motore?

Sul libro “BIOcarburanti fai-da-te”, edito da Aam Terra Nuova, Roy Virgilio vi spiegherà come farlo. L’argomento viene trattato in modo dettagliato, partendo da una rassegna delle fonti biologiche di carburanti di origine vegetale e con paragoni con la resa ed il costo dei carburanti derivanti dal petrolio.

Quando vi sarete sufficientemente documentati ecco che l’autore vi spiegherà non solo come prepararvi a casa i combustibili ma anche in che percentuale usarli e come modificare il motore.

L’argomento viene trattato sia nel dettaglio che in larga scala, analizzando soluzioni internazionali che potrebbero salvarci dall’inevitabile crisi che si abbatterà su di noi quando le fonti fossili si esauriranno del tutto. Così scoprirete che ci sono delle alghe da cui si può ottenere olio da utilizzare come biocarburante, con una resa più di dieci volte superiore a qualsiasi piantagione di oleaginose ed occupando molto meno spazio.

Nei vari capitoli si ipotizzano soluzioni ambientali per il recupero del biogas dai rifiuti urbani, si calcolano i costi di produzione di olio
vegetale e di trasporto del combustibile. L’autore non lascia niente al caso e ci spiega che le soluzioni devono essere territoriali e adattate ai propri bisogni in modo da non renderci schiavi di una nuova produzione in larga scala, a scapito delle coltivazioni alimentari e dai costi eccessivi di trasporto che ne annullerebbero i benefici.

È quindi arrivata l’era in cui le fonti di energia rinnovabile avranno la meglio? Finalmente l’uomo si sveglierà dal suo torpore di schiavitù dal sistema petrolifero? Smetteremo di avvelenare il nostro pianeta con l’effetto serra ed i metalli pesanti?

Certo che no! Guardatevi intorno. Il libro è stato pubblicato nel 2007 e noi, in piena Crisi, facciamo i conti con l’aumento del costo della benzina e dell’inflazione che sembra muoversi di pari passo in modo più o meno giustificato.

Questo perché una buona fetta di economia ruota ancora intorno ai carburanti fossili ed i paesi che ne hanno il controllo dettano legge. In Italia il governo non da la minima importanza alle risorse ecologiche intelligenti, non ci sono leggi chiare sulla produzione ed utilizzo della maggior parte dei biocarburanti, non ci sono abbastanza distributori, ne macchine adatte all’utilizzo. Le modifiche alle nostre automobili sono illegali e il fai da te è considerato evasione fiscale in quanto i carburanti usati per lo spostamento della propria auto devono essere sottoposti ad accise. E se voleste produrre i vostri biocarburanti e pagarne una tassa per salvaguardare il pianeta? Anche questo non è possibile.

Rassegnatevi quindi a questo piccolo gesto da Robin Hood, se proprio volete, ma a vostro rischio e pericolo perchè se vi farete dei viaggi con l’olio del fritto misto, sarete considerati dei fuori legge.

Per conto mio lancio il mio piccolo appello al popolo italiano: svegliatevi! Le cose possono cambiare se tutti ci informiamo e ci mobilitiamo per farlo, magari iniziando da questa piccola lettura. Il mondo può essere migliore a partire da un nostro gesto.

 

Maia Fiorelli

15 dicembre 2012

 

Voto: 10

Positivo: questo libro affronta un argomento importante con entusiasmo e speranza

Negativo: i cambiamenti dall’anno di pubblicazione, nonostante le conoscenze acquisite, sono praticamente nulli

I NOSTRI CONSIGLI