Creatività e antichi sapori

La creatività in cucina esiste eccome, soprattutto quando al comando c’è uno chef come Massimo Dellavedova, artefice culinario della tradizionale Cena di Süc di Dorno.L’appuntamento è di quelli che si conoscono anche fuori dal perimetro della provincia di Pavia, perciò le aspettative erano piuttosto elevate, specie in vista del menù.

Quattro portate, più un bis di primi, tutto dedicato alla Zucca Bertagnina, che di Dorno è il fiore all’occhiello. Scelta tematica ma ben lontana dalla monotonia perché ogni piatto aveva caratteristiche ben definite che spiccavano per qualità degli ingredienti e scelta degli accostamenti.

Teatro della cena è stata la tensostruttura posta nella piazza principale del paese, scelta oculata per evitare scherzi della pioggia che però non è bastata a contrastare il calo delle temperature degli ultimi giorni.

L’affetto della gente per la tradizionale scorpacciata si è manifestato in un largo afflusso di buongustai che hanno riempito quasi tutti i posti a disposizione, dando un bel daffare alla squadra della Pro Loco, guidata da Stefano Nicrosini, che con il Comune ha organizzato il banchetto.

E la festa continuerà anche oggi con la Rassegna Gastronomica, il Pranzo della Bertagnina, il concerto della Banda di Cusi (fantasiosi artisti che utilizzano le zucche come strumenti musicali) e con le altre iniziative in programma.

Voto: 7

Positivo: L’alta qualità dei piatti e il grande impegno dei ragazzi della Pro Loco

Negativo: Il freddo che la tensostruttura, non riscaldata, non ha arginato in maniera sufficiente.

Marco Ragni

9 Ottobre 2011

Vedi altre Sagre in Provincia di Pavia