Desktop10

Sbloggati (Wide Edizioni) non è il libro che ti aspetti. Innanzitutto non è un volume “fisico” ma un eBook e già il fatto di essere edito esclusivamente in formato elettronico gli dona una carica futuristica ben diversa dalle sue controparti cartacee. Poi c’è il tema, il blog come lavoro, che a molti sembrerà un’assurdità.

Davvero si può arrivare a fine mese scrivendo su una specie di “diario online”? Ebbene, è proprio questo il punto. Si può, ma occorre avere le idee chiare. Innanzitutto bisogna capire cos’è un blog (che non è necessariamente un “diario online”) e poi cominciare ad approfondire, apprendendo i meccanismi che regolano lo strumento, e quindi arrivare a imparare come davvero lo si può utilizzare a livello professionale.

Quello che realmente rende il libro molto particolare è lo stile scelto dalla giovane autrice. Cecilia Sardeo, una che grazie ai blog si è costruita l’occupazione che desiderava (e scusate se è poco), ha deciso di raccontare la sua esperienza come in un romanzo, mischiando la narrazione dei suoi primi passi nel mondo del lavoro con consigli, tecniche e trucchi per creare un blog e renderlo un successo.

Grazie a questo mix di narrativa e saggistica, Sbloggati si legge tutto d’un fiato e ti lascia con la mente crepitante di idee e voglia di fare. Consigliato a chiunque voglia provare a Sbloggarsi.

 

Voto: 7,5

Positivo: arriverete alla fine con la voglia di provare a mettervi in gioco

Negativo: la scelta di adottare solo il formato elettronico (che al sottoscritto piace molto) potrebbe scoraggiare i lettori più tradizionalisti

 

Marco Ragni

28 aprile 2014