Passeggiando tra i monti in compagnia della storia

 

C’è un mistero che aleggia sul Sentiero Etnografico Rio Caino, un’ambiguità che riguarda la durata della passeggiata.

Il segreto per evitare un contropiede di aspettative troppo ottimistiche è quello di non ascoltare alla lettera le previsioni degli autoctoni. È sempre bene ricordare, infatti, che tra il passo della gente di montagna e quello degli abitanti delle pianure c’è una differenza non trascurabile.

Seguendo questo piccolo accorgimento non affronterete il sentiero troppo il là nel pomeriggio – errore che noi abbiamo commesso – ma partirete subito dopo pranzo, o magari di prima mattina.

Meglio insomma valutare il percorso circolare con la consapevolezza che quattro chilometri su un dislivello di 400 metri possono richiedere più di un paio d’ore, a chi non procede con piglio da stambecco.

Preso atto di ciò, la passeggiata può essere un valido spunto dove si intrecciano storia e natura. Lungo il sentiero rivivono, nelle esposizioni degli attrezzi d’epoca e della presenza edifici come il mulino o la calchera, gli antichi mestieri di un tempo. Se sarete fortunati troverete anche abili artigiani e figuranti che vi mostreranno dal vivo i segreti di quei lavori.

Man mano che si sale le storia di pace passa il testimone a quella di guerra. Ci si trova infatti a ripercorrere un tratto del fronte italiano del primo conflitto mondiale. Anguste trincee e camminamenti fortificati, dove i soldati trovavano riparo, oggi sono percorsi dai turisti ma conservano ancora un riflesso ben evidente della loro tetra identità bellica.

Scendendo verso la conclusione del sentiero badate bene a prestare particolare attenzione alle indicazioni. In alcuni tratti la segnaletica è tutta da decifrare e si rischia di allungare inutilmente la strada.

Marco Ragni

24 settembre 2012

Voto: 6,5

Positivo: l’originalità di una camminata nella storia

Negativo: segnaletica non impeccabile

sentiero-etnografico-rio-caino

[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0711.JPG]2320
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0712.JPG]800
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0713.JPG]850
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0714.JPG]750
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0715.JPG]560
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0716.JPG]480
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0717.JPG]460
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0718.JPG]500
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0719.JPG]390
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0720.JPG]450
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0721.JPG]390
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0726.JPG]390
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0727.JPG]350
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0728.JPG]370
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0730.JPG]360
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0732.JPG]300
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0736.JPG]440
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0746.JPG]360
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0749.JPG]380
[img src=http://www.weekendetempolibero.com/wp-content/flagallery/Sentiero Etnografico Rio Caino/thumbs/thumbs_DSC_0750.JPG]370

Dove dormire in Provincia di Trento

Locanda Antico Borgo – Sorino di Condino

Albergo alla Perla – Tiarno di Sotto

Hotel Cristallo – Levico Terme

Hotel Vittoria – Riva del Garda

Dove mangiare in Provincia di Trento

Osteria Fra’ Dolcino – Sorino di Condino

Ristorante 2 Camini – Baselga di Pinè

Ristorante Kaputziner Am See – Riva del Garda

 

Prodotti tipici della provincia di Trento:

I Vini:

VIVALLIS s.c.a.
Enol. Mauro Baldessari
Direttore
Tel. +39 0464 412073
Fax +39 0464 412105

Torboli Vini s.n.c.
38060 Tenno (TN) – Italy
via dei molini, 8
Tel. +39 0464.500600
Fax +39 0464.503221
info@cantinenaturali.it

Az. Ag. de Tarczal
38060 Marano di Isera (TN)

Tel: 0464-409134
Fax: 0464-409086
info@detarczal.com
www.detarczal.com

Azienda Agricola Francesco Moser
Via Castel di Gardolo, 5
38121 Trento
Tel 0461990786
Fax 0461950551
 info@cantinemoser.com

 

Azienda Vinicola
di Spagnolli Enrico & C. S.n.c.
Via G.B. Rosina 4/a
38060 Isera (Tn) – Italia
Tel. 0464-409054
Fax 0464-409223
e-mail: info@vinispagnolli.it
 
Succo di mela:

Azienda Agricola Ropelato Elvio 
via S. Apollonia n° 45
38059 Spera, Trento

Fax: 0461-763824
Cell: 349-5867096

Email: info@masoconcaverde.it