1660421_1552900075002035_9083940623034089453_n

[gtransalte]

Bill è uno che sa come vivere. Non è molesto ne invadente, non spamma i social network con inutilità varie e, in generale, ha un comportamento semplice ma virtuoso. Niente male se si considera che il Nostro è solo un omino stilizzato, come quelli che disegnavamo da piccoli: degli stecchini per braccia e gambe e un cerchio con occhi e bocca al posto della faccia.

Sii come Bill è la pagina facebook creata lo scorso 23 dicembre da Andrea Nuzzo, universitario romano di diciannove anni. Doveva essere il passatempo di una notte insonne ed diventato un successo stratosferico, un fenomeno virale che ha già superato il mezzo milione di like in nemmeno un mese. E il bello e che non accenna a fermarsi…

Tutto merito di una formula basata su semplicità e originalità: ogni vignetta ritrae il protagonista in una situazione quotidiana (a volte è al computer, oppure in macchina o a una festa) dove potrebbe fare cose stupide o poco educate. L’omino però evita di farle perché “Bill è intelligente”. Subito dopo il mantra si conclude con un’immancabile raccomandazione: “Sìì come Bill”.

Ironia e minimalismo hanno colto nel segno, facendo presa su migliaia di interanuti che ogni giorno attendono le sue nuove trovate.

Naturlamente, vista la portata del fenomeno, non sono tardate imitazioni, tributi e parodie.

Eccone alcune delle più interessanti:

Sii come Jim (il “fratello” ignorante di Bill)

Sii come Cerrozz (una versione dialettale del Nostro eroe)

Be like Bill (il Bill che parla inglese)

Marco Ragni