the_best_of_dodgem_logic

La copertina vagamente dadaista dice già molto: da The Best of Dodgem Logic c’è da aspettarsi di tutto e, in primis, il rifiuto della ragione a favore della stravaganza.

Diciamo grazie al team di 001 Edizioni per aver catapultato sui nostri scaffali una ghiotta selezione della rivista underground di Alan Moore, nientepopodimeno che mister genio e sregolatezza, noto ai più per opere come V per Vendetta e Watchmen.

Chi conosce l’eccentrico sceneggiatore inglese sa bene che la sua creatività non usa rispettare confini definiti. Non stupirà quindi sapere che, tra il 2009 e il 2011, il nostro si imbarcò nel “folle” progetto di una fanzine fuori da qualsiasi schema, una creatura di carta e parole tanto proteiforme da essere descritta fin dal titolo come qualcosa “contro ogni logica”.

Nelle quasi 200 pagine che compongono il volume italiano, troviamo una selezione più che rappresentativa del lisergico progetto, un lavoro che Moore condivise con compagni di avventura come Melinda Gebbie, sua attuale moglie, e Kevin O’Neill, disegnatore de La lega degli straordinari gentlemen, tanto per citarne alcuni.

Il risultato è una divertente (e divertita) accozzaglia di materiale: articoli sugli argomenti più disparati (dalla storia delle riviste underground al racconto di un’esperienza di sei settimane senza soldi), ricette, disegni, fumetti (c’è perfino una chicca disegnata da Alan Moore) e molto altro ancora.

Cosa dovete aspettarvi da questo volume? Una sorta di viaggio nel vaso di Pandora, solo molto più divertente. Come insegnava Alda Merini, “Anche la follia merita i suoi applausi”.

Marco Ragni

4 agosto 2014