In Islanda si può fare un’esperienza più unica che rara

 

Photo by Mr Hicks46 (on Flikr) – Creative Commons (Attribuzione - Condividi allo stesso modo 2.0 Generico)

Photo by Mr Hicks46 (on Flikr) – Creative Commons (Attribuzione – Condividi allo stesso modo 2.0 Generico)

Da sempre i vulcani incutono timore nell’uomo, e la loro imprevedibilità li rende misteriosi. Montagna fatta ‘e lava ‘e cient’ len’ Tu tien’ ‘mman a te’ sta vita meja…’ ovvero ‘Montagna fatta di lava di cento lingue, hai nelle mani questa vita mia…‘ cantano a Napoli rivolti al Vesuvio.

In Islanda, l’isola dei 130 vulcani attivi, una recente scoperta potrebbe però aiutarci a conoscerli meglio. L’esploratore Árni Stefánsson è infatti riuscito a entrare in uno di essi. Avete letto bene: è entrato dentro un vulcano. E se volete, potete farlo anche voi!

Dormiente da 4.000 anni, il Thrihnukagigur non presenta più lava al suo interno. Gli scienziati suppongono che si sia solidificata lungo le pareti o che sia misteriosamente ritornata sotto terra. Fatto sta che ciò permette di visitare la camera magmatica e di poter assistere a uno spettacolo eccezionale.

Dopo un’escursione di 45 minuti per arrivare al cratere, con uno speciale ascensore si scende all’interno per 120 metri. E non appena si alza lo sguardo si rimane affascinati dai colori delle rocce: si passa dal rosso al verde, dal nero al blu a seconda della loro composizione chimica.

Stefánsson ricorda che alla prima esplorazione rimase deluso e impaurito, perché attorno a sé era molto buio. Ma grazie a una migliore strumentazione la seconda volta è rimasto così colpito che ha deciso, insieme agli enti pubblici, di rendere accessibile a tutti il Thrihnukagigur. Per rendere più agibile il percorso si sta anche progettando la costruzione di un tunnel.

Questa scoperta ha un risvolto non solo turistico ma anche scientifico. Poter esplorare l’interno di un vulcano può aiutare a conoscere meglio la sua natura e a tenere sotto controllo la sua attività.

C’è sempre il rischio che il vulcano si risvegli improvvisamente o che un terremoto possa chiuderne l’accesso. Ma per gli amanti dell’avventura e delle meraviglie offerte dalla Natura è sicuramente un’esperienza unica e indimenticabile.

Anna Laura Carrus – Tutto Green– Creative Commons

3 luglio 2013