La 19° edizione del festival del fumetto è stata un successo

Come ogni anno Torino Comics è una garanzia. Alla fiera del fumetto del capoluogo piemontese è infatti possibile trovare sorprese che, in un modo o nell’altro, vi faranno tornare bambini.

Per chi non lo sapesse eventi come questo sono, in genere, fantastiche occasioni per far sì che il pascoliano fanciullo nascosto nel nostro cuore si desti e prenda barbaricamente il sopravvento. Questo avviene in seguito a una serie di fattori congiunti che, a livello inconscio, risvegliano ricordi legati a età ormai passate. Girare tra fumetti, giocattoli d’annata, costumi e altre meraviglie un po’ da nerd è già di per sé una grande soddisfazione, immaginatevi poi se tutto questo è contornato da pezzi di storia del piccolo e grande schermo. Tra De Lorean, Supercar, X-Wing e un Maggiolino tutto matto, con un po’ di fortuna tutti possono incontrare i propri eroi preferiti. Magari non saranno uguali uguali a quelli della fantasia ma, come si dice, è l’impegno che conta.

Cosa importa allora se l’Actarus che guardavate in televisione era più magro di quello che incontrate in fiera o se la Tsunade era più formosa? Quello che si apprezza è la voglia di mettersi in gioco e il lavoro che c’è dietro ogni singolo costume esibito con orgoglio da appassionati venuti anche da altre città.

Ma Torino Comics non è solo fumetti e cosplay. Gli importantissimi ospiti presenti arricchiscono la fiera con la loro arte e, come sempre, fanno sognare migliaia di ammiratori che per avere la loro firma rimangono ore ad aspettare in fila. Quest’anno si poteva incontrare il superbo Massimo Frezzato, sregolato e geniale artista ormai famoso in tutto il mondo per le sue tavole oniriche. C’erano inoltre C. B. Cebulski, Stefano Caselli e Giuseppe Camuncoli direttamente dalla Casa delle Idee e, per i più esigenti, Eddie Campbell, disegnatore, tra le altre cose, del cupo e fumoso From Hell, opera che ha poi ispirato il film La vera storia di Jack lo Squartatore.

Questo è solo un accenno di ciò che vi siete persi lo scorso week end se non eravate a Torino Comics. Ma voi c’eravate, non è vero?

Roberto Cera

15 aprile 2013

Voto: 8

Positivo: molto ben articolata, spaziosa con grandi ospiti

Negativo: Il prezzo del biglietto, non altissimo per fortuna, purtroppo fa sì che si debba rinunciare ad un piccolo acquisto