4 Luglio 2011

E’ ricca e varia questa Italia meravigliosa, coi suoi sapori che spuntano dalla terra in modo naturale, saggiamente accarezzati dai coltivatori.

Ieri ne abbiamo avuto una prova a Pietra de Giorgi (PV), al Cantinone Medioevale, dove si è tenuta una cena di quattro portate abbinate ai vini di produzione locale.

Nella fresca e antica atmosfera del Cantinone abbiamo mangiato e bevuto, mentre un sommelier ci raccontava storia e caratteristiche di questi vini che, nella loro semplicità, spesso non vengono apprezzati a sufficienza, ma che racchiudono il segreto dell’amore per il territorio dell’oltrepo pavese.
Durante la cena abbiamo degustato un Cuveé della Rocca abbinato ai salumi, un Pinot Rosé con l’insalata di riso, Un Buttafuoco con la carne e un vivace Sangue di Giuda ad accompagnare ciambelline e cioccolato.
I sensi vanno coccolati.

 

Voto: 7
Negativo: Anche se il sommelier è stato impeccabile non ho apprezzato una battuta fatta sulla fine della serata. Liquidare la cucina giapponese come “un pò di riso bollito con un pezzettino di pesce crudo” non è esattamente corretto. Io amo le tradizioni italiane e non penso serva esaltarle criticandone altre che nascondono altrettanta passione.
Positivo: La gentilezza dei camerieri.

Maia Fiorelli