Situata lungo la Riviera di Ulisse, a metà strada tra Roma e Napoli, Gaeta è una delle località turistiche più note del centro Italia, sia per chi ama il mare che per chi non perde occasione per immergersi nella storia.

Il nostro viaggio in questa perla della provincia di Latina è stato arricchito dall’esperienza di un soggiorno presso il Relais Serapo, una struttura ricettiva come ce ne sono poche, non tanto per la posizione – che già di per sé è splendida, con una vista incantevole sul mare e sulla spiaggia – quanto per l’attenzione per il dettaglio che caratterizza ogni ambiente. Paolo, il titolare, e suo figlio Marco hanno saputo esprimere in questo posto una passione estetica non comune, caratterizzando ogni minuzia con uno scrupolo davvero incredibile. Basta un’occhiata ai bellissimi mosaici che i proprietari stessi hanno realizzato per la spa per capire che posti così ce ne sono pochi.

Dato il successo più che comprensibile del loro Relais, Paolo e Marco hanno recentemente aperto un’altra struttura nella deliziosa zona dell’Ariana, nota per la sua atmosfera di relax. Questa nuova location si chiama Torre Bianca e con la sua posizione immersa nella natura offre l’opportunità di godersi il soggiorno marittimo da posizione decisamente privilegiata. Il panorama dalla terrazza è tutto da ammirare.

Tanto il Relais Serapo come la Torre Bianca sono il punto di partenza ideale per esplorare Gaeta e i suoi dintorni, apprezzando i due aspetti storici della città: la parte vecchia e il borgo. Noi vi consigliamo di dedicare un po’ di tempo a passeggiare sul lungomare Caboto, fino alla chiesa della SS. Annunziata Successivamente potrete dove la Cattedrale fa bella mostra con il suo splendido campanile. Salite fino al castello, ammirando lungo il percorso la Chiesa di San Francesco e poi spostatevi sul Monte Orlando, dove si trovano il suggestivo Santuario della Montagna Spaccata e la Grotta del Turco. Se una camminata un po’ più lunga non vi spaventa è possibile proseguire agevolmente fin sulla cima del monte, dove si trova il Mausoleo di Lucio Munazio Planco, militare e politico romano che amò tanto Gaeta da volerne fare il luogo del suo riposo. Anche nei dintorni le mete non mancano, in primis Sperlonga, un borgo sul mare che lascia a bocca aperta, e la Villa di Tiberio, tappa archeologica di primo piano.