Nella data di Milano il cantautore dà spettacolo

Van De Sfroos Milano20 luglio 2013: il caldo afoso della Milano estiva e gli sciami incessanti delle zanzare non fermano l’impeto di Davide Van De Sfroos, che nella cornice dell’Ippodromo, sede del City Sound Festival, offre al pubblico un intenso concerto di oltre due ore.

Sebbene il prato davanti al palco non sia affollato come in altre occasioni – probabilmente a causa della crisi economica che ha funestato anche la stagione musicale – il pubblico presente risponde con calore alla chiamata, avvolgendo il carismatico cantautore con cori e applausi.

Van De Sfroos, del resto, si merita fino all’ultima oncia di entusiasmo dei suoi fan perché come sempre non si risparmia, mischiando canzoni e interventi parlati e riempiendo l’aria di un’atmosfera fatta di emozioni tangibili. In più di un’occasione, in barba al termometro, arrivano perfino i brividi, come sulle note di Dove non basta il mare.

Invece di pescare a man bassa dal suo ultimo lavoro il nostro va su e giù per il repertorio, arrivando a proporre in anteprima una doppietta di brani – Ki e Goga e Magoga – che faranno parte dell’album doppio in uscita nei prossimi mesi.Van De Sfroos Milano

Durante l’esecuzione della prima delle due chicche dal cielo scende qualche goccia che scaccia un po’ di zanzare (ma non troppe) e rinfresca l’ambiente, così quando la scaletta indica pezzi forti come Yanez, La ballata del Cimino e La Balera le forze per partecipare alla festa sembrano rinnovarsi.

Si chiude alla grande con La curiera, in un mix riuscito con London Calling che regala al pubblico sferzate di energia. Come sempre da un concerto di Van De Sfroos non si va via insoddisfatti, con un occhio alle prossima tappa del tour: il  il 1 agosto a Rancate (CH).

Marco Ragni

23 luglio 2013

Voto: 8

Positivo: un concerto di Van De Sfroos è sempre un’esperienza che vale la pena

Negativo: poche indicazioni per raggiungere la location

Per approfondire: la nostra intervista a Van De Sfroos