EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish

Parapendio

«Ho sempre voluto volare». Giose Ciccarelli non ha mai avuto dubbi: anche prima di diventare pilota di parapendio la sua vita era la in alto, tra le nuvole. Da bambino cercava le montagne e gli sembrava uno spreco dover ammirare il panorama da un punto fisso, senza potersi muovere sulla vallata con la stessa libertà degli uccelli.

«Avevo un contratto a tempo indeterminato come store manager – ci racconta – l’ho lasciato per inseguire la mia passione, perché volevo dedicarmici a tempo pieno»

Così ha fatto e oggi Giose è un felice pilota di parapendio animato dal desiderio di trasmettere ad altri l’amore per il volo. Un compito che assolve alla perfezione facendo provare la straordinaria esperienza a turisti, curiosi e, perché no, futuri cultori della disciplina.

ok

Tutti possono farlo, senza particolari limiti di età. Per i minorenni è sufficiente il consenso dei genitori e poi non avranno problemi a spiccare il volo insieme all’esperto pilota.

«Ho volato sia con ragazzi di 10 anni che con persone non più giovanissime – spiega Giose – una volta abbiamo avuto il piacere di accompagnare una signora di 87 anni che si è divertita molto. In fin dei conti il parapendio è una specie di altissima altalena: non va molto veloce (10/15 Km/h) ne si soffrono particolari vuoti d’aria. Il passeggero non deve fare altro che restare comodo sul suo sedile e godersi il panorama».

L’esperienza piace a tutti e, dopo qualche timore iniziale, arriva immediato il senso di rilassatezza quando ci si rende conto che il volo in tandem con un esperto si svolge in modo sicuro e naturale. L’avventura è così coinvolgente che non sono pochi quelli che vogliono portarsi a casa un video personalizzato.

Giose ammette che il feeling che si crea tra pilota e passeggero è una sensazione impagabile: «Quando sono lassù sento le sensazioni di chi è con me e faccio in modo che il volo sia modulato alle aspettative della persona. Così l’esperienza diventa davvero unica e indimenticabile».

D’altra parte non capita mica tutti i giorni di conoscere l’Oltrepò Pavese dal punto di vista degli uccelli…


Per maggiori informazioni visitate la pagina facebook Volare in Oltrepò o il sito Il Gioco del Volo

Marco Ragni
1 giugno 2015