Photo by Jean Henrique Wichinoski (on Flikr) Creative Commons (Condividi allo stesso modo 2.0 Generico)BY

Photo by Jean Henrique Wichinoski (on Flikr) Creative Commons (Condividi allo stesso modo 2.0 Generico)BY

Si narra che un giorno un pesce, mentre nuotava nelle placide acque dell’oceano Indiano, rimase affascinato da una voce melodiosa proveniente da una caverna. Essa apparteneva al dio Siva, intento ad illustrare alla sua amata sposa Parvati le magiche posizioni (âsana) da lui stesso create, e riservate esclusivamente agli dei. Il pesce, ascoltando questi insegnamenti, subì la radicale metamorfosi che lo trasformò in uomo. Da allora, quale primo yogin, Matsyendra (in sanscrito ‘pesce fatto uomo’ o ‘signore dei pesci’), tramandò ai suoi discepoli, in gran segreto, le tecniche apprese dal dio.

Il termine yoga deriva dal sanscrito, dalla radice yuj, che fra le molteplici accezioni include ‘congiungere, unire’. Una delle principali impostazioni è il ritrovamento della perduta armonia fra i diversi piani che ci qualificano: fisico, mentale e spirituale. Secondo la filosofia tradizionale, ed in senso più elevato, l’anima individuale può inoltre essere ricondotta al suo originario stato di congiunzione tra lo spirito universale e quello divino. Chi percorre la strada dello Yoga è dunque destinato a non sentirsi più una cellula separata dal corpo, e ritrova invece il senso di appartenenza ad una più vasta entità. Meraviglioso quanto articolato sistema filosofico, lo Yoga è anche una scienza, le cui verità si fondano sulle esperienze, gli esperimenti e le tecniche tramandate da innumerevoli saggi e mistici. Lo Hatha Yoga, in particolare, si basa su una serie di esercizi psicofisici di origini antichissime, originati nelle scuole iniziatiche dell’India e del Tibet. È ad oggi molto praticato anche in occidente, benché spesso venga privato dei suoi significati spirituali e proposto come unayoga_facile mera forma di ginnastica alternativa; questa ‘laicizzazione’ ha fatto sì che molte persone, a prescindere dall’orientamento religioso, si avvicinassero a questa pratica, a volte erroneamente scambiata con lo Yoga nella sua totalità. In sanscrito ‘ha’ significa ‘sole’ e ‘tha’ ‘luna’, ‘hatha’ simboleggia perciò l’unione tra il corpo, reso sano, e la mente, aiutata a restare libera e protetta dallo stress. Avvalendosi anche di alcune tecniche di respiro e della pratica della meditazione, Hatha Yoga è il ramo più popolare dello Yoga, orientato su esercizi fisici facili da riprodurre e quindi indicati ai neofiti. Hatha Yoga insegna a dominare l’energia cosmica che è presente nell’uomo e si manifesta come respiro, e quindi a conseguire il controllo della mente, mobile ed instabile, spesso pronta a distrarsi e divagare. Inoltre, mantenendo costanti le esecuzioni, è possibile concretare appieno qualsiasi potenziale e produrre attivamente su di sé mutamenti sostanziali.

‘Yoga Facile’, edito da Vallardi, presenta 21 tradizionali posture Hatha yoga, sicure e riproducibili da chiunque. In questo libro, scritto con la collaborazione dell’osteopata Sean Durkan, Jude Reignier , avvalendosi della sua decennale esperienza di insegnamento, si rivolge ad adulti e bambini desiderosi di mantenere un buono stato di salute o bisognosi di una risposta positiva alle proprie esigenze specifiche. Praticare yoga regolarmente offre incredibili benefici fisici: sostiene l’azione del cuore, promuove e migliora la circolazione sanguigna, le tossine vengono eliminate, l’ossatura viene rinforzata, i muscoli sono mantenuti flessibili, e la mente sperimenta la pacificazione del vivere il momento presente. In generale, le posture proposte stimolano e massaggiano l’intero organismo, mentre lo stretching rassoda e tonifica delicatamente i muscoli e i legamenti. Ogni postura è mostrata a doppia pagina, con le istruzioni ed i passaggi, descritti da un testo conciso, riportati sulla pagina di sinistra, mentre sulla destra compare la posizione da attuare. La vera novità di questo libro è che, per la prima volta, è possibile vedere ciò che realmente sta accadendo sotto la pelle. Di immediato ed originale approccio sono infatti le chiare illustrazioni degli organi interni, di come, in conseguenza all’ âsana, questi si posizionano e vengono massaggiati. “Il pesce in piedi”, ad esempio, corregge la postura delle spalle, “Il ciabattino” allevia i dolori mestruali, “L’arco” stimola la tiroide ed espande i polmoni, “L’aratro” aiuta l’intestino pigro, mentre “La locusta” stimola il fegato e i reni. Ogni routine, rapidamente comprensibile, è concepita in modo che in pochi minuti ci si senta bene e ricchi di vitalità. Le sequenze temporizzate – 45 , 20 e 10 minuti – sono ottime per chi ha stili di vita molto impegnati e non ha tempo di frequentare un corso standard di 90 minuti, sono pratiche (le dimensioni del libro sono 13 x 15 cm), ideali per essere trasportate in viaggio o da chi preferisce le versioni cartacee ai DVD.

La sessione più lunga è strutturata in modo da includere posture semplici ma efficaci, a comporre un piccolo ma completo ed esaustivo corso di yoga; una volta raggiunta familiarità con questo programma di 45 minuti, è possibile iniziare ad utilizzare i percorsi più brevi, che utilizzano alcune delle stesse posture in diverse combinazioni e sono eccellenti per abbandonare la tensione o, al contrario, per energizzare il corpo e la mente, quando il tempo è poco e c’è necessità di un rapido beneficio. Infine, conquistata una soddisfacente abilità, si potranno svolgere le figure senza eccessivo ragionamento, permettendo anzi alle pose di fluire naturalmente con il respiro, e si potranno così godere le proprie sensazioni, la quiete mentale e la respirazione profonda di un corpo pieno di energia. Nel corso di poche settimane, i muscoli diventeranno più elastici e rinvigoriti, il corpo meno logorato, e la salute, nel complesso, migliorerà.

E non è tutto! La copertina si apre e diventa un poster con le sequenze proposte nel testo!

Mila Baiguera

7 agosto 2013

EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish